Sabato 24 novembre si terrà la 22° giornata nazionale della colletta alimentare

Sabato 24 novembre 2018, per l’intera giornata, i supermercati di Pisticci, Tinchi e Marconia aderiranno alla Giornata nazionale della Colletta Alimentare. L’iniziativa benefica, organizzata dalla Fondazione Banco Alimentare Onlus, consiste nella raccolta di generi alimentari a lunga conservazione che è possibile donare ai bisognosi.
Le donazioni ricevute andranno ad integrare quanto il Banco alimentare recupera grazie alla sua attività quotidiana, combattendo lo spreco di cibo. Le derrate alimentari raccolte sono destinate ad enti e strutture caritatevoli nazionali. La Fondazione Banco Alimentare Onlus recupera alimenti ancora integri e non scaduti che sarebbero però destinati alla distruzione, perché non più commercializzabili. Il Banco Alimentare è presente in Italia dal 1989 per iniziativa del cav. Danilo Fossati e di don Luigi Giussani. La rete Banco alimentare opera ogni giorno in tutt’Italia attraverso 21 organizzazioni dislocate su tutto il territorio nazionale, coordinate dalla Fondazione Banco alimentare Onlus. Una grande opera di carità fatta di migliaia di piccoli gesti che hanno alla radice l’amore per l’uomo.

Facendo nostro l’invito di papa Francesco, la giornata della Colletta Alimentare intende essere un gesto concreto per sostenere la speranza dei poveri: “Che cosa esprime il grido del povero se non la sua sofferenza e solitudine, la sua delusione e speranza? La risposta è una partecipazione piena d’amore alla condizione del povero. Probabilmente, è come una goccia d’acqua nel deserto della povertà; e tuttavia può essere un segno di condivisione per quanti sono nel bisogno, per sentire la presenza attiva di un fratello o di una sorella. Non è un atto di delega ciò di cui i poveri hanno bisogno, ma il coinvolgimento personale di quanti ascoltano il loro grido. Il grido del povero è anche un grido di speranza con cui manifesta la certezza di essere liberato”. (Papa Francesco)

I volontari della 22° edizione della colletta alimentare

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*