Giornata nazionale degli alberi: a Gravina in campo gli studenti

Anche Gravina ha partecipato attivamente alla Giornata nazionale degli alberi, istituita nel 2013 per promuovere la cultura del verde nei contesti urbanizzati e sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza degli alberi nell’ecosistema e sul loro ruolo nel contrasto all’inquinamento.

A rispondere positivamente all’appello, rilanciato dall’amministrazione comunale, gli allievi degli istituti comprensivi cittadini. In mattinata gli studenti delle scuole gravinesi hanno piantato giovani alberi nei cortili delle loro scuole. Al plesso di via Punzi, presente anche l’assessore al verde pubblico Felice Lafabiana, con l’aiuto della società che cura la manutenzione del verde pubblico e sotto l’occhio attento della Polizia Municipale 9 tigli sono stati sistemati lungo la strada omonima, a ridosso del muro perimetrale dell’istituto, in sostituzione di alberi danneggiati dal maltempo o sradicati dai vandali. Altri 6 hanno trovato posto nel giardino della “Tommaso Fiore”. Gli alberi, provenienti dal vivaio comunale del Bosco Difesa Grande, sono stati messi a disposizione dal Comune con l’intento di sostenere, ha spiegato l’assessore, «un’iniziativa che, partendo dai bambini, deve arrivare a coinvolgere gli adulti e soprattutto a cambiare in meglio la cultura ambientale. In proposito, meritoria è l’opera portata avanti dalle nostre scuole: una pianta di 30 centimetri di diametro può assorbire in un anno fino a 30 chili di CO2. Venti alberi riescono a compensare le emissioni di un’auto, fornendo in cambio l’ossigeno necessario a 200 persone, oltre ad assorbire molti altri inquinanti, dalle polveri sottili agli ossidi di azoto all’anidride solforosa». Tanti buoni motivi, insomma, per tutelare il patrimonio arboreo ed anzi arricchirlo sempre più. «Emblematico – ha sottolineato Lafabiana – è il fatto che la gran parte degli alberi piantumati stamane provenisse dal vivaio del Bosco: Difesa Grande, nonostante le mani assassine che hanno cercato di distruggerlo con incendi devastanti, vive e continua a dispensare vita». Una eccezionale risorsa ambientale, che consentirà a Gravina di colorarsi sempre più di verde: davanti a genitori, studenti e insegnanti Lafabiana ha annunciato che «lo spirito della Giornata degli alberi non svanirà allo scoccare della mezzanotte, ma continuerà a far sentire i suoi effetti, in maniera concreta». Premessa da favola per un annuncio importante: «Manca ancora solo qualche passaggio burocratico, ma siamo pronti: agli inizi di Dicembre un centinaio di tigli e platani provenienti dal vivaio saranno messi a dimora lungo via Tripoli e via Fontana La Stella. Prenderanno il posto lasciato vuoto da piante ferite dal maltempo o, più spesso, dall’inciviltà umana. Nelle settimane a seguire programmeremo altre iniziative analoghe, all’interno del più ampio e generale piano di sistemazione del verde pubblico urbano. L’auspicio è che i cittadini, tutti e nessuno escluso, colgano l’esempio degli studenti e adottino questi alberi, prendendosene cura con rispetto ed amore».

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*