Confartigianato: Lavoro e formazione, le nuove professionalita’, i barman

Il modo dei bar e pubblici esercizi è un settore dinamico, in cui la possibilità di trovare lavoro cresce, soprattutto per le donne e per i giovani. E tra le figure più richieste ci sono i barman. I dati più recenti (Fipe-Coonfcommercio) segnalano una crescita del 3,3% dei posti di lavoro nelle quasi 330.000 imprese del comparto, di cui bar e simili, cioè esercizi di ristorazione senza cucina, rappresentano oltre il 45% del totale, per oltre 149.000 aziende. Sono questi i temi affrontati dalla dirigente regionale e nazionale di Confartigianato Rosa Gentile che ha partecipato alla fase conclusiva del campionato italiano barman a squadre regionali inserito in una due giorni di eventi e formazione che si è tenuta per iniziativa della Federazione Itaiana Barman a Scanzano Jonico. È stata la squadra Lucana ad aggiudicarsi l’ultima edizione che le ha dato il diritto di organizzare la manifestazione di quest’anno.

Studiare – ha detto Gentile alla quale è stato consegnato un riconoscimemto dai dirigeto della Federazione – è una parte essenziale nel mercato del lavoro di oggi per mantenere costantemente aggiornata la propria professionalità. Si parla, in questo caso, di formazione continua, con una netta rottura rispetto all’idea del passato, tipicamente italiana, che l’assunzione costituisce il coronamento e la fine del percorso di studi. Per me – dice Getile – un onore e un piacere partecipare alla Premiazione della Federazione Italiana Barman. Ricevere un riconoscimento da parte loro mi inorgoglisce e stimola ancor di più a credere che solo la competenza e la professionalità , oltre la creatività dei nostri giovani può fare la differenza nel nostro territorio e nella nostra Regione. Circa l’80% delle persone che hanno frequentato i corsi di formazione hanno poi acquisito un’occupazione. La formazione è la base per affrontare l’ingresso nel mondo del lavoro o per gestire attività in maniera vincente. La Confartigianato per questo ha rilanciato il suo impegno per rafforzare gli strumenti formativi e di aggiornameto professionale che sono lo strumento principale per contrastare il lavoro nero diffuso specie nei bar.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*