A PIETRAGALLA IL PREMIO ‘PALMENTI’ A MARIO PAFUNDI

“CONTINUERÒ A VENIRE SEMPRE A PIETRAGALLA”

La promessa fatta da  Mario Pafundi, terapista sportivo del Manchester City, nel ricevere  il Premio “Palmenti”

A Pietragalla domenica mattina la consegna del Premio “Palmenti”, giunto alla terza edizione e assegnato ogni anno a illustri pietragallesi che si sono distinti in vari ambiti, dal sociale alla cultura, dalla medicina alla politica, dallo sport all’imprenditori.  Quest’anno è stato premiato il giovane Mario Pafundi, terapista sportivo al servizio della squadra di calcio inglese del Manchester City. Una cerimonia emozionante grazie alla testimonianza di vita resa da Mario al cospetto di una sala consiliare gremita grazie alla presenza di tanti pietragallesi – tra cui molti giovanissimi – rappresentanti delle locali associazioni e della locale squadra di calcio. Presenti, tra gli altri, il presidente del Potenza Calcio, Salvatore Caiata, e il presidente della FIGC Comitato regionale Lega nazionale dilettanti Basilicata, Piero Rinaldi che congiuntamente al sindaco di Pietragalla Nico Sabina hanno consegnato a Mario Pafundi il riconoscimento organizzato dal Comune con la collaborazione del periodico pietragallese “Riflessioni” e la pro loco. Nel corso dell’intervista, curata dal  giornalista Alessandro Boccia, Pafundi ha raccontato le tappe principali della sua carriera sportiva, assieme a simpatici aneddoti legati alla sua esperienza inglese. Nel corso della lunga chiacchierata il 38enne ha ricordato i suoi esordi come atleta nel mondo del ciclismo ed il lavoro portato avanti, come terapista, nel “Team Sky “ uno dei club più forti del panorama ciclistico mondiale. Ma anche i suoi rapporti professionali e di amicizia con campioni internazionali di elevato spessore come Bradley Wiggins, Chris Froome e l’italiano Elia Viviani, solo per citarne alcuni. Ha chiuso l’intervista con una promessa quella di “continuare a venire sempre a Pietragalla” , il suo paese natìo, “perché qui si sta bene”.

Pietragalla 19 novembre 2018

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*