Gal: Presentata anche a Ginosa la nuova strategia di sviluppo locale

“Rete”: è questo il minimo comune denominatore che sta caratterizzando la strategia di sviluppo locale messa in atto dal GAL – Luoghi del Mito e delle Gravine, che ha fatto tappa a Ginosa giovedì 15 novembre nell’ambito del ciclo di incontri nelle città del versante occidentale della provincia di Taranto.

Una strategia delle reti di comunità, quella proposta dal GAL, con delle linee di azione proprie nella rigenerazione dei luoghi nei quali cittadini e turisti leggono l’anima delle città per rendere più attrattiva e fruibile l’offerta commerciale e turistica.

Durante l’incontro svoltosi presso la Sala Consiliare del Comune di Ginosa, sono state anche illustrate le opportunità di finanziamento previste dal nuovo Piano di Azione Locale, finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito della Misura 19 del PSR Puglia 2014-2020.

Un seminario pubblico, rivolto in particolare agli operatori dei settori agricolo, agroalimentare, turistico, commerciale ed artigianale, con l’obiettivo di divulgare la strategia di sviluppo del GAL, ovvero la creazione del “modello di rete” attraverso il quale integrare il mondo produttivo, le comunità, il patrimonio ambientale e identitario, per giungere alla costituzione di una “Comunità di esperienze e di interessi” che si identifica e concretizza col Parco Rurale delle Gravine, con delle linee di azione proprie nella rigenerazione dei luoghi nei quali cittadini e turisti leggono l’anima delle città e nel rendere più attrattiva e fruibile l’offerta commerciale e turistica.

Presenti il Sindaco di Ginosa, Vito Parisi, l’Assessore allo Sviluppo delle Economie Locali, Domenico Gigante, il Consigliere con delega all’Agricoltura, Giorgio Acquasanta, il consigliere con delega al Marketing Territoriale, Sergio Basta, il Presidente del GAL, Raffaele Ignazzi, il Direttore del GAL, Daniel Dal Corso, e il Presidente dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali della Provincia di Taranto, Gianrocco De Marinis.

«Inutile dire che il GAL rappresenta lo strumento ideale di sviluppo locale per un Comune – ha esordito il Primo Cittadino Parisi – siamo tra i territori con la più grande superficie agricola coltivabile della provincia ionica. Assieme al turismo, questa dovrebbe essere l’economia prevalente e caratterizzante del territorio. Mi auguro che tutti gli input che verranno dati in seguito a questa riunione, possano trovare concretezza».

«Un incontro molto importante quello col GAL, che mette a frutto la strategia di sviluppo del territorio locale – ha commentato l’Assessore Gigante – ogni volta che ci siamo approcciati con iniziative più piccole attraverso realtà come il GAL sotto il punto di vista degli investimenti, abbiamo riscontrato molta più facilità di gestione di risorse. Avendo una struttura più snella, infatti, il GAL riesce a intercettare finanziamenti comunitari. Non possiamo più pensare che l’economia locale debba essere trainata da imprenditori singoli, perché ciascuno di loro ha delle difficoltà a cui far fronte. Facendo rete e associandosi, però, si può portare avanti un obiettivo comune, ognuno con le proprie peculiarità».

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*