PISTICCI: DON ANTONIO DI LEO SI E’ INSEDIATO A CRISTO RE

Un altro tassello  importante della ultra secolare storia  della chiesa pisticcese che in questo mese di ottobre 2018, celebra  la sua “ Nuova primavera” – come l’ha definita Monsignor Caiazzo –  con il tridui delle nomine dei nuovi parroci che praticamente tocca tutte le  parrocchie di Pisticci centro e lo Scalo. L’altra sera, l’ingresso solenne e la presa di possesso  della Parrocchia di Cristo Re, da parte di don Antonio Di Leo ( parroco moderatore) che opererà insieme a don Leonardo Selvaggi ( a causa della età avanzata sarà parroco non moderatore). Il nuovo arrivo salutato con grande affetto da tutta una comunità  che si è stretta attorno a lui ma anche a don Leo che – come ha sottolineato Monsignor Caiazzo – è il vero “ creatore di questa parrocchia. A Lui che ha fatto la storia di questa chiesa – ha aggiunto il vescovo – la comunità deve molto e deve molto anche per quello che è riuscito a creare  al santuario di Santa Maria del Casale”. Dal Vescovo, i ringraziamenti a don Antonio Di Leo per aver “ accettato l’incarico di nuovo pastore in un momento particolare per questa città, su cui è scesa la Grazia di Dio”. I ringraziamenti per la sua costante presenza agli eventi della chiesa pisticcese, al Sindaco Viviana Verri e alla sua Giunta. Una citazione particolare per gli altri prelati pisticcesi, da don Michele Leone a don Rocco Rosano a don  Rosario Manco e a don Giuseppe Ditolve, questi ultimi prossimi a ricoprire i nuovi incarichi parrocchiali a San Pietro e Paolo e Pisticci Scalo. Venuti apposta alcuni amici della Parrocchia di S,Caterina di Roma dove don Antonio si è fermato e formato, ma anche vecchia conoscenza del Vescovo. Da parte sua il nuovo arrivato don Di Leo, con voce chiara, forte e precisa ,non nascondendo un pizzico di emozione, ha ringraziato tutti i presenti compreso i familiari che lo hanno sempre   aiutato e incoraggiato verso il ministero Un pensiero particolare per il Vescovo che “ in modo sorprendente mi ha affidato questo incarico, che mi impegna nel continuare la storia di questa parrocchia legata a don Selvaggi ma anche a don Mario Spinello”. In chiusura l’appassionato saluto della comunità parrocchiale e la lettura del messaggio di investitura del vescovo che porta la data del 5 ottobre 2018. La serata si è conclusa con le note del coro interparrocchiale del maestro Maria Grazia Calandriello e una calorosa  augurale ovazione da parte dei fedeli.

MICHELE SELVAGGI

Questo slideshow richiede JavaScript.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*