Gravina in Puglia, Verde pubblico: si estendono le aree oggetto di pulizia

Una città più decorosa. Con questa finalità nei giorni scorsi la giunta municipale presieduta dal sindaco Alesio Valente, su proposta dell’assessore al verde pubblico Felice Lafabiana, ha dato incarico agli uffici competenti di procedere all’estensione del contratto di appalto che lega il Municipio alla società gestrice del servizio di manutenzione del patrimonio vegetazionale comunale. «Negli ultimi mesi – spiega il primo cittadino gravinese – avevamo avviato delle verifiche per vagliare l’opportunità di allargare l’ambito di operatività del servizio, nell’ottica del miglioramento della vivibilità urbana, a tutto vantaggio dei cittadini, ma anche per far sì che Gravina possa presentarsi nel miglior modo possibile ai sempre più numerosi turisti che la visitano». Da qui la decisione di procedere all’inserimento di altri spicchi di città nella lista dei siti oggetto delle attività quotidiane di pulizia del verde pubblico. «Nonostante le ristrettezze di bilancio – sottolinea Lafabiana – siamo riusciti ad individuare le risorse finanziarie necessarie ed alla fine abbiamo raggiunto un risultato che potrà dirsi ancor più incisivo se la cittadinanza sosterrà, con civismo e senso di responsabilità, il cammino verso la costante tutela dei beni comuni».

Diverse le aree il cui verde pubblico da qui a qualche giorno riceverà cure periodiche: in cima alla lista l’area del ponte della Madonna della Stella e dell’acquedotto che da Sant’Angelo corre verso Fontana la Stella. Poi, ancora: le aree attrezzate di via Genova e via dell’Annunciazione, le banchine laterali della strada della Selva, la zona circostante Parco della Vittoria e le Case Bianche, le aree prospicienti la palestra di via Fazzatoia e l’ex mattatoio comunale.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*