FAI e Rotary: soddisfazione per l’accordo sul recupero della Torre Guevara

È con grande soddisfazione che il FAI Delegazione di Potenza e il Rotary Potenza Torre Guevara hanno accolto la notizia dell’Accordo attuativo firmato pochi giorni fa tra la Regione Basilicata, il Comune capoluogo e la Provincia di Potenza, finalizzato alla riqualificazione urbana di due luoghi rappresentativi della città, Villa del Prefetto e Torre Guevara. L’impegno del FAI Delegazione di Potenza e del Rotary Potenza Torre Guevara affinché un luogo simbolo per la città di Potenza, la Torre Guevara, assumesse la giusta valenza, affonda le sue radici in una serie di iniziative svoltesi nel capoluogo potentino dal 2016, dalle visite guidate alla Torre, a cura degli Apprendisti Ciceroni dell’Istituto Leonardo da Vinci e dei ragazzi dell’Interact Rotary Potenza Torre Guevara, alla petizione lanciata dal Fai locale, con il sostegno del Rotary Potenza Torre Guevara e di numerose associazioni  per chiedere la demolizione del plesso scolastico antistante la Torre e permetterne la piena fruizione pubblica e la contestuale valorizzazione a fini turistici. Indubbia è, infatti, la valenza di questo bene dal punto di vista storico-artistico, essendo l’unico “pezzo” superstite dell’antico castello, sorto presumibilmente sotto il dominio longobardo, che ha ospitato l’ospedale San Carlo fino ai primi decenni del 1900, i militari e gli sfollati della seconda guerra mondiale, per poi essere demolito nel 1965. L’augurio del FAI e del Rotary è che la Torre, situata in una posizione strategica della città, diventi il punto di partenza per cominciare proprio da qui un tour dei beni culturali del centro storico, oltre che un importante punto di riferimento per l’intera comunità locale, da mettere al più presto a disposizione di tutti i cittadini.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*