Erano andati per funghi nel giorno sbagliato: dispersi, dopo ore al freddo e sotto la pioggia sono stati ritrovati da Carabinieri Forestali e Polizia Municipale.

S’è conclusa con un lieto fine la giornata gravinese di una coppia di coniugi residenti a Monopoli, giunti a Gravina nella mattinata di lunedì 29 Ottobre, per raccogliere porcini all’interno del Bosco Difesa Grande. L’uomo, classe 1955, e la donna, di 58 anni, avevano parcheggiato la loro Toyota Yaris in località Fornello, addentrandosi da lì nella boscaglia – in quel punto alquanto fitta e intricata – fino a smarrire il sentiero ed il senso dell’orientamento. Attorno alle 12 la chiamata d’emergenza al 112. Poi più nessun contatto, anche per l’esaurirsi delle batterie dei telefonini e della bussola elettronica che fino a quel momento aveva guidato i passi della coppia. Immediate sono scattate le ricerche, affidate ai Carabinieri Forestali della Stazione di Gravina ed agli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza, oltre che alla Protezione Civile comunale ed alla Polizia Municipale. Nell’infuriare della tempesta, sotto la pioggia e tra venti giunti a toccare i 100 km orari, le operazioni dei soccorritori sono state premiate dal successo prima che nella zona scendesse l’oscurità: alle 16.30 le pattuglie di Carabinieri Forestali e Polizia Municipale impegnate nell’attività di perlustrazione in località Bianchini (a circa un chilometro di distanza dal luogo in cui dei due s’erano perse le tracce), si sono imbattute nella coppia, che stremata dal freddo e dalla mancanza di cibo ed acqua stava cercando riparo allestendo un giaciglio di fortuna. Riforniti di acqua e coperte, marito e moglie sono stati riaccompagnati a valle. Esclusa la necessità del ricorso a cure mediche, in serata hanno fatto ritorno a Monopoli.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*