Consegnati i lavori per impianto di Compost a Venosa


Valluzzi: “Svolta decisiva per la gestione dei rifiuti”

“La consegna dei lavori per la realizzazione del primo impianto di compost in Basilicata, opera che sarà realizzata nell’arco di dieci mesi, rappresenta una straordinaria novità per le nostre comunità e una svolta decisiva verso l’autosufficienza nella gestione del ciclo dei rifiuti, con significativi risparmi sui costi che attualmente gravitano sui cittadini”.

Lo ha dichiarato il Presidente della Provincia di Potenza, Nicola Valluzzi, in occasione della consegna dei lavori avvenuta questa mattina in contrada Notarchirico di Venosa.

“È questo – ha sottolineato Valluzzi – il risultato di un importante lavoro svolto negli ultimi anni. Lavoro che ha visto la Provincia di Potenza protagonista per ottemperare alle prescrizioni imposte dalla valutazione di impatto ambientale. Va sottolineata la funzione importante, per rendere possibile oggi la consegna dei lavori, svolta dal Dipartimento Ambiente della Regione Basilicata, insieme al Comune di Venosa e dall’Autorità di Gestione del PO FESR”.

L’opera – che è stata rifinanziata dalla Regione Basilicata, su fondi europei 2014-2020, per 4.843.003,15 euro – dovrà realizzarsi nei prossimi dieci mesi. La ditta dovrà provvedere al suo avviamento entro l’anno successivo.

Attualmente i rifiuti organici prodotti sul nostro territorio vengono conferiti in Veneto, in Toscana, in Emilia Romagna e in Sicilia con un costo complessivo che oscilla tra i 180 e i 190 euro a tonnellata. Con la realizzazione dell’impianto di compost di Venosa i costi, abbattendo le spese di trasporto e i passaggi obbligati da impianti intermedi, verrebbero fortemente ridotti. Inoltre il compost prodotto può portare significativi benefici all’agricoltura locale.

Nel solo 2017 la produzione totale di rifiuti organici nell’intera provincia di Potenza è stata di 17.500 tonnellate/anno.

Nel solo bacino centro-nord Basilicata, la produzione di rifiuti organici, sempre nell’anno 2017, è stata di 14.500 tonnellate.

Alla iniziativa di stamani, a Venosa, insieme al Presidente della Provincia di Potenza, Nicola Valluzzi, e ai consiglieri Rocco Guarino e Fernando Picerni, erano presenti l’assessore regionale Carmine Castelgrande, il sindaco del Comune di Venosa Tommaso Gammone con i membri della giunta comunale, l’ingegnere Andrea Doria, la responsabile dell’Ufficio tecnico del Comune, architetto Elisabetta Pescuma, l’amministratore della società Eco Impianti srl del Gruppo Gesenu, Dott. Domenico Antognelli, i tecnici dell’Ufficio Ambiente della Provincia, ingegner Benedetto Manniello e dottoressa Eleonora Dell’Olio, la Direzione Lavori e i collaudatori.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*