Fim Cisl sulla vendita di Magneti Marelli ai giapponesi della Calsonic Kansei

“La notizia della vendita di Magneti Marelli era da tempo nell’aria. La conferma appena giunta dell’acquisizione da parte della giapponese KRR &Co. attraverso la controllata Calsonic Kansei Corporation.” lo si legge in una nota delle Fim Cisl

“La nuova società risultante da Magneti Marelli più Calsonic è una notizia importante perché consente di crescere e raddoppiare l’economia di scala di Magneti Marelli fino a 15,2 mld $. Per diversi anni, almeno cinque, manterrà la nuova società come fornitore e la sede a Corbetta(Mi) che resterà l’head quarter del Gruppo per l’Europa – importante in questo senso la garanzia su tutta l’occupazione attuale localizzata nel nostro Paese.

Nel processo di consolidamento dei player dell’auto anche la supply chain è dentro lo stesso percorso e la nuova società costituirà il settimo produttore mondiale di componentistica auto. Solo il settore della plastica sarà escluso dall’operazione per rientrare nel perimetro di Fca.

Magneti Marelli è una multinazionale specializzata nella fornitura di prodotti e sistemi ad alta tecnologia per il mondo automotive. Da’ lavoro a 43mila persone. Con 7,9 miliardi di euro di fatturato nel 2016, 86 unità produttive, 12 centri R&D in 19 paesi- in Italia la sede principale è a Corbetta alle porte di Milano, molte le sedi in Europa: Francia, Germania, Spagna, Polonia, Repubblica Ceca, Serbia, Slovacchia, ma anche in Russi, Turchia, Stati Uniti, Messico, Brasile, Argentina, Cina, India, Malesia e Corea.

Nel processo di consolidamento, Calsonic non è presente in Europa e Magneti Marelli non è in Giappone e ciò rappresenterà un’occasione di crescita e consolidamento senza sovrapposizioni produttive e occupazionali.”

“L’accordo – conclude la nota – prevede la salvaguardia integrale della forza lavoro su cui vigileremo affinché l’operazione sia una grande occasione di crescita.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*