Olimpia Matera in cerca del tris di vittorie con Valmontone

L’Olimpia Matera arrembante in questo inizio di campionato, si presenta per la seconda volta al Palasassi dopo due vittorie di misura su altrettante avversarie tra le più blasonate, Reggio Calabria e IUL Roma. Infatti domenica prossima, 21 ottobre, con inizio alle ore 18.00, si giocherà la terza partita del girone D di andata, per la serie B “Old Wild West” del Campionato Nazionale di Pallacanestro 2018/2019. L’avversaria di turno dell’Olimpia, Valmontone, è reduce da una vittoria in casa con Capo d’Orlando e da una sconfitta recente nel recupero con HSC Roma (75-65).

“È una partita delicata per molti aspetti” – esordisce il coach Agostino Origlio, che oggi allena l’Olimpia Matera ma nel bienno 2015/2017 ha seguito proprio la squadra laziale – “la nostra condizione mentale, propizia dopo due vittorie, ci impone di non fermarci, perché dobbiamo sfruttare bene questo turno casalingo: è il primo di una serie di tre in una settimana (giovedì a Salerno e domenica di nuovo a Matera con Catania). Quello con Valmontone è già uno scontro diretto importante, tra due squadre che vogliono disputare i playoff”.

Sono diversi i giocatori di livello che la prossima avversaria dell’Olimpia ha messo insieme per questo campionato: “In primis, Luca Bisconti, secondo me il centro più forte della Serie B. L’ho allenato per due anni, è un giocatore in grado di dominare buona parte del match. Arricchisce il roster una batteria degli esterni composta da gente che può fare canestro al termine di tutte le azioni di gioco: Grilli, Scodavolpe, Sabbatino e Pierangeli, che sanno giocare sia vicino al canestro con Bisconti, sia da lontano. Sono giocatori furbi che conoscono la categoria, sanno preparare le occasioni offensive e sono capaci di far male ogni volta che la difesa avversaria commette degli errori. Noi dobbiamo essere bravi in questi dettagli, non cedendo mai niente e rendendo loro la vita difficilissima”.

Per il momento, va detto che l’Olimpia Matera sta sempre più insospettendo le altre squadre del girone D, che temono una dimostrazione di continuità non considerata abbastanza, prima dell’inizio della stagione regolare. Risponde Origlio: “Continuità è una parola esagerata – magari speriamo di parlarne più in avanti. Intanto, dobbiamo capire se le nostre prime due vittorie siano state frutto di una conveniente combinazione casuale, o piuttosto possano diventare un marchio di fabbrica da depositare e difendere con i denti. Quel che è certo, è che abbiamo tutte le intenzioni di vincere. Abbiamo moltissima autostima, siamo ambiziosi, e vogliamo alimentare ulteriormente questo proposito; ma, per farlo, abbiamo bisogno dei nostri sostenitori, vogliamo che sempre più persone ci seguano e condividano le nostre emozioni: siamo qui per vincere tutte le partite”.

La partita del 21 ottobre al Palasassi sarà arbitrata da Pierluigi Marzo di Lecce e Adriano Acella di Corato. Le altre partite in tabellone vedono Capo d’Orlando ospite di HSC Roma, e poi ci sono le sfide tra IUL Roma e Napoli, Pozzuoli e Luiss Roma, Scauri e Catania, Battipaglia e Reggio Calabria, Palermo e Salerno, Palestrina e Caserta.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*