A Potenza il 12 ottobre si presenta il romanzo “La cantina di via Occidentale”

Il romanzo “La cantina di via Occidentale” di Francesco Montemurro, edito per i tipi di Edigrafema, verrà presentato venerdì 12 ottobre, ore 18.30, alla libreria Ubik di Potenza. Dopo i saluti introduttivi dell’editrice Antonella Santarcangelo, dialogherà con l’autore la giornalista Eva Bonitatibus.

Lo scrittore di Bernalda, ispirato da fatti realmente accaduti, torna ad ambientare una storia nell’immaginaria cittadina lucana di Collevigna. È qui che nella tarda mattinata del 2 dicembre 1877 i cittadini vengono scossi dalla notizia dell’avvelenamento di Donna Laura Pinto, moglie del notaio Don Carlo Della Corte. Le indagini, grottescamente svolte dai Reali Carabinieri, sbrogliarono solo apparentemente l’ingarbugliata matassa. L’epilogo, snodandosi tra i conflittuali rapporti dei condomini della cantina di via Occidentale e quelli complicati dei soci del Circolo dei Galantuomini, le maldicenze, i complotti, le esagerazioni popolari, gli amori impossibili, i tentativi di inquinamento delle prove e le strategie difensive elaborate dal bizzarro avvocato Nicola Marinelli, si rivelerà del tutto inaspettato.

Francesco Montemurro è avvocato civilista. È uno dei soci fondatori, con i fratelli Stefano e Imma, della country house Giardino Giamperduto a Bernalda. Appassionato di basket e calcio, fedelissimo tifoso del Cagliari dai tempi di Gigi Riva, eclettico e trasognato amante degli intrecci storico-mitologici che nutrono la sua terra, è già autore de Il segreto della vedova Fox (Edigrafema, 2014) e L’ultimo della lista (Edigrafema, 2016).

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*