Termina la prova pratica del concorso internazionale di direzione d’orchestra Nino Rota

Sono stati proclamati questa sera all’unanimità dalla giuria i 6 candidati che passano alla semifinale del concorso internazionale di direzione d’orchestra Nino Rota. A partire dalle ore 16 si sono sfidati i 13 direttori selezionati ieri.

La prova pratica ha previsto l’esecuzione, a discrezione della commissione, dei seguenti brani:

  • H. Villa-Lobos: Bachianas Brasileiras n.9 (fuga)
  • I. Stravinsky: Concerto in mi bemolle maggiore “Dumbarton Oaks” (1° mov.)

Ecco i nomi:

Vaupotic Miran – Croazia

Lee Gyuseong – Sud Corea

Karolyi Sandor – Svizzera

Lopez Perez Manuel Alejandro – Venezuela

Zlatkov Svetlomir – Bulgaria

Gasperin Andrea – Italia

Il gioco si fa sempre più duro con l’avanzare dei giorni, domani, sabato 6 ottobre, si disputerà la semifinale dalle 16.30 alle 22. Ne resteranno solo 3 che si contenderanno la finale di Matera il 7 ottobre, replicata a Taranto l’8.

Il programma della semifinale prevede:

F. Mendelssohn, Sinfonia n.4 “Italiana” (1°mov.); A. Dvorak, Sinfonia n.9 (1°mov.); O. Nicolai, Ouverture da “Le allegre Comari di Windsor”; G. Rossini, Non più mesta, da “La Cenerentola”; G. Rossini, Una voce poco fa, da “Il Barbiere di Siviglia”; G. Rossini, Partir oh ciel desio, da “Il Viaggio a Reims”.

Sono tre i premi in palio per il concorso:

1) Premio “Nino Rota”: il primo classificato riceverà un premio in denaro di 2mila euro e avrà la possibilità di dirigere tre concerti delle stagioni dell’anno entrante.
2) Premio “ICO Magna Grecia”: assegnato dagli stessi professori dell’Orchestra Magna Grecia. Oltre il premio in denaro di 500 euro al vincitore verrà assegnata la direzione di un concerto della stagione dell’Orchestra dell’anno entrante.
3) Premi “Speciale”: sono i due premi assegnati dal pubblico, uno dal pubblico di Matera e uno dal pubblico di Taranto, e prevedono un riconoscimento in denaro di 500 euro.

Non resta che aspettare domani sera per conoscere i nomi dei 3 finalisti del concorso!

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*