Matera ospiterà nel 2019 la Convention Mezzogiorno di Confartigianato

L’annuncio è stato dato dal Presidente nazionale di Confartigianato Giorgio Merletti da Palermo a conclusione della Convention Mezzogiorno. A caldo, sui social, il commento entusiastico di Rosa Gentile, dirigente nazionale e regionale: “Confartigianato  c’era il giorno della proclamazione a Capitale e ci sarà anche il prossimo anno !! Al lavoro per fare bene e dare tutti noi il nostro contributo”. E Gentile ricorda che sono trascorsi cinque anni dalla Convention che organizzò, in qualità di responsabile per il Mezzogiorno, proprio a Matera per presentare il Progetto Sud 2020. “Abbiamo sempre pensato a Matera come ad un laboratorio per le piccole imprese del Sud Italia. E’ proprio questa la strada tracciata da Confartigianato per accompagnare il Sud Italia verso un rinascimento economico: cultura, turismo ed innovazione. La programmazione dei fondi europei per il periodo 2014/2020 potrebbe aiutare le piccole e medie imprese del Mezzogiorno a continuare la corsa intrapresa in questi anni. Confartigianato continua a crederci, prosegue il percorso cominciato nel 2014 e punta su Matera per un segnale di inversione della tendenza del Sud “condannato” a recitare un ruolo subalterno o a “piangersi addosso”. In questi ultimi anni, il Sud Italia ha fatto registrare numeri importanti, in alcuni casi veri e propri record per l’economia del Paese, a cominciare dal turismo e dall’agroalimentare di qualità”.  Per Gentile “il 2019 è un’eccezionale opportunità per costruire intorno al “brand Matera” una sorta di “total quality”, il piacere del mangiar bene e del dormire bene, di un turismo emozionale a partire dalla realtà straordinaria della Capitale Europea della Cultura 2019, con eventi, cultura, bellezze architettoniche e un buon tessuto di artigianato, commercio, ristorazione e ricettività, da estendere sull’intero territorio regionale”.

Quelle dell’artigianato e delle piccole imprese – sottolinea – sono potenzialità che vanno aiutate ad emergere con azioni di sostegno coerenti con le peculiarità del patrimonio imprenditoriale del Mezzogiorno. La programmazione dei Fondi europei 2014-2020 è un’occasione da non perdere per valorizzare il ‘tesoro’ imprenditoriale del Mezzogiorno. Per far questo, dobbiamo assicurarci l’accesso ai nuovi finanziamenti promuovendo un migliore utilizzo delle risorse e degli strumenti che l’Europa ci mette a disposizione”.

E riparte dal Mezzogiorno il progetto di Confartigianato per rilanciare lo sviluppo facendo leva sul ‘bello e ben fatto’ in Italia. Con ‘Percorsi accoglienti’ e ‘Botteghe accoglienti’, gli artigiani e le piccole imprese saranno protagonisti di itinerari che, a iniziare dal Sud, valorizzeranno le risorse culturali, turistiche ed economiche di tutti i territori del Paese.

L’iniziativa è stata presentata alla Convention del Mezzogiorno ‘Coltivare  l’impresa’ di Confartigianato a Palermo e che ha messo in luce i punti di forza e di debolezza delle regioni meridionali. Il Sud, come sostiene il Presidente di Merletti, deve diventare  una risorsa per tutta l’Italia. Per questo bisogna far emergere arte, storia, talento e creatività delle persone, eccellenza e unicità di prodotti e servizi che escono dai laboratori artigiani e dalle piccole aziende”. “Il nostro obiettivo consiste nel valorizzare il patrimonio di competenze, bellezza, cultura, identità territoriale rappresentato dalle piccole imprese che vogliamo siano la locomotiva per far ripartire l’economia e la capacità attrattiva del Mezzogiorno”. “

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*