Giordano (Ugl) su ennesimo incidente mortale sulla Basentana

Il segretario provinciale Ugl di Matera, Pino Giordano è intervenuto in comunicato stampa, in merito al tragico incidente automobilistico avvenuto nella serata di domenica, 30 settembre, sulla strada statale Basentana nel territorio di Grassano (MT) provocando la morte di una giovane lucana.
“Intendiamo ancora evidenziare lo stato pietoso in cui versa la strada statale 407 Basentana (l’unica arteria che collega il capoluogo di regione alla Puglia ed alla Campania), ribadendo quanto da anni l’Ugl da sempre denuncia. La strada – dichiara Giordano – si sviluppa interamente in Basilicata e rappresenta un’arteria stradale fondamentale per la viabilità regionale, in quanto mette in collegamento il Tirreno e lo Jonio, congiungendo l’A3 Salerno-Reggio Calabria alla strada statale 106 Jonica. Il tracciato ha un’estensione di 100 km e si presenta a due carreggiate, con due corsie per ogni senso di marcia (con spartitraffico solo nel tratto ricadente nella provincia di Potenza). L’itinerario è caratterizzato da curve molto pericolose e ciò limita fortemente i livelli di sicurezza e la velocità di marcia. Ciò che preoccupa maggiormente – sottolinea – è lo stato di totale abbandono di tutte le strade lucane. Ancora un altro incidente, l’ennesima tragedia con una vita spezzata. Tutto quanto non deve essere strumentalizzato da politici di turno solo per fare campagna elettorale, sulle morti non si specula, si danno consigli, ciò deve servici a riflettere su una questione che rimbalza alla cronaca solo in occasione di eventi tragici: la mancanza di sicurezza delle strade della Basilicata. Regione Basilicata a trazione Centro Sx e opposizione politica (inesistente!) cosa hanno mai fatto o proposto per la viabilità lucana? NULLA, solo propaganda quando succedono disgrazie.  Apriamo una riflessione a riguardo. Le strade risultano inadeguate nella sicurezza, complicate nel percorso, carenti nella segnaletica. Ci sono tratti stradali – conclude il segretario Ugl, Giordano – giusto per fare un esempio, che risultano strozzati e mortificati da un sistema viario che rivela la sua pericolosità periodicamente e spesso, con eventi luttuosi come questo dove una donna di 45 anni è morta a seguito dell’incidente stradale, sono rimaste coinvolte due auto, tre le persone ferite. Ad avere la peggio, Maddalena Chetti, di Ferrandina, che è deceduta in ospedale a causa delle ferite riportate nello scontro. Altre due persone sono rimaste gravemente ferite e si trovano ricoverate nell’ospedale di Potenza. Chi ha responsabilità politiche di questo ed altri incidenti certo è, ha la coscienza sporca: non si vuole affrontare il problema sicurezza stradale della Basilicata, il resto sono solo chiacchiere”.

Potenza lì; 01 ottobre 2018

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*