PISTICCI: i genitorI dell’Istituto Padre Pio di Pietralcina, hanno scritto e consegnato a mano una lettera aperta all’assessore Cifarelli

All’Assessore alle Politiche di Sviluppo,
Lavoro, Formazione e Ricerca
Dott. Roberto CIFARELLI

Alla Direzione Generale
Dipartimento Politiche di Sviluppo,
Lavoro, Formazione e Ricerca
Dott. Donato VIGGIANO

OGGETTO: Dimensionamento scolastico 2018-2021

Egregio Assessore, Egregio Dottore,
in merito al Piano di dimensionamento scolastico 2018-2021, di cui si è ampiamente discusso negli
ultimi mesi, noi genitori dell’Istituto comprensivo “Padre Pio da Pietrelcina”, vorremmo portare alla
Vs. cortese attenzione le nostre ragioni e il nostro fondato timore di perdere la presidenza
dell’istituto e con essa la continuità di gestione e di stabilità dell’offerta didattica e formativa, che
l’attuale assetto garantisce ai nostri figli.
Negli ultimi anni, abbiamo constatato de visu, una progressiva decrescita del numero di alunni del
comprensivo, molti amici dei nostri figli sono andati via con le loro famiglie, confermando un trend
demografico negativo, per il nostro istituto che nel precedente triennio, è passato da 736 alunni
nell’A.S. 2015/2016, a 714 alunni nell’A.S. 2016/2017, a 657 alunni nell’ A.S. 2017/2018, per
arrivare ad appena 600 alunni nell’A.S. 2018/2019.
I numeri purtroppo parlano chiaro, la stessa Dirigente Scolastica da noi interpellata, ci ha illustrato,
dati alla mano, come già nel luglio 2018 tale numero non corrisponda più a quello effettivo e vi è il
forte rischio di perdita dell’autonomia scolastica ove, come è del tutto prevedibile, nell’A.S.
2019/2020, si dovesse scendere al di sotto della soglia minima di 600 alunni prevista per legge per
l’assegnazione del Dirigente Scolastico e del Direttore Generale dei Servizi; ciò influirebbe
direttamente sulla qualità e sulla continuità dell’offerta formativa che la scuola ha il dovere di
fornire ai nostri giovani, come fatto sino ad oggi.
I progetti scolastici che hanno coinvolto i nostri figli negli ultimi anni, sono stati numerosi, questo a
riprova dell’eccellenza gestionale raggiunta dall’Istituto, che verrebbe vanificata con la perdita, 2

Nello schema che segue, abbiamo raggruppato, alcuni fra i più importanti progetti realizzati
nell’Istituto, solo negli ultimi anni, nonché alcuni progetti in itinere, candidati ai Pon- Fesr, in attesa
di finanziamento, ciò al fine di dimostrare, qualora ve ne fosse bisogno, che la continuità gestionale
e di programmazione scolastica che invochiamo, ha riflessi diretti sulla formazione scolastica dei
nostri figli.

Progetti realizzati nell’ A.S. 2017/2018
SCUOLA DELL’INFANZIA
PROGETTO
“Da cosa nasce cosa”

Are you ready? (Primo approccio alla lingua inglese)
Let’s talk in English
MUSICAL “Pinocchio e la sua orchestra”
SCUOLA PRIMARIA
PROGETTO
ORCHESTRANDO: Continuità Didattica tra ordini di scuole
CLASSI IV-V Pisticci Pisticci Scalo –Craco

MUSICAL “Pinocchio e la sua orchestra”

TRINITY EXAM Grado 1

TRINITY EXAM Grado 2

CLIL

SPORT DI CLASSE

Carnevale

Codeweek

Matera 2019:” Patrimonio in gioco”

Frutta nella scuola

PON” Inclusione sociale e lotta al disagio” articolato in 2 moduli:
-Alla ricerca della mia identità
-La storia della nostra terra negli odori e nei sapori

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO
PROGETTO

LABORATORIO DEL FARE: Faccio e imparo
TRINITY
ERASMUS Plus
CLIL
Matematica in gioco 3

“Condividiamo un sogno” Angelina Lo Dico
Classi II A-III B

Matera 2019:” Dalle scuole alle scuole”
MUSICAL
“Pinocchio e la sua orchestra”

PROGETTO RECUPERO

Il Quotidiano in classe

Carnevale
Progetto RUGBY
Codeweek
PON” Inclusione sociale e lotta al disagio” articolato in 4 moduli:
-Scopro il mio territorio e conosco i miei segmenti
-Sulle tracce della nostra storia: Terravecchia e Dirupo
-Teatrolab@scuolaweb
-Matematica per tutti
Progetti PON da realizzare nell’A.S. 2018/2019
Potenziamento delle competenze di base: Scuola dell’ Infanzia , Primaria e Secondaria di primo grado
Orientamento formativo e ri-orientamento: Scuola Secondaria di primo grado
Potenziamento delle competenze di cittadinanza globale: Scuola Primaria e Secondaria di primo grado
Pensiero computazionale e sviluppo competenze digitali: Scuola dell’ Infanzia , Primaria e Secondaria di primo
grado
Potenziamento dell’educazione all’imprenditorialità
Piano nazionale – Scuola digitale “ Scuola2.0 ”
PON –FESR CANDIDATI
Ambienti digitali
Ambienti digitali Bis
ERASMUS + KA2 5 nazioni: Area di interesse: siti UNESCO
PARTENARIATO
Bambini 6.0 sei sensi zero confini
Euridice in partenariato con il TEATRO TILT
4

Maggiori dettagli sugli innumerevoli progetti realizzati e su quelli da realizzare nel prossimo
triennio, sono reperibili sul sito internet www.icpisticci.gov.it dell’Istituto, che illustra l’attività
svolta, in piena coerenza con quelle che ne sono le linee guida a cui si ispirano la VISION ( “ PER
UNA SCUOLA CHE FA SUE LE SFIDE NEL MONDO ” ) e la MISSION (“ ACCOGLIERE FORMARE,
ORIENTARE TRA ESPERIENZE E INNOVAZIONE ”) dell’Istituto, al fine di ” GARANTIRE AD OGNI
ALUNNO IL MIGLIOR SUCCESSO FORMATIVO POSSIBILE PER AFFRONTARE LE SFIDE DEL FUTURO ”.
Fra tutti i progetti presentati, di notevole importanza, nell’ambito del Piano Nazionale Scuola
digitale, è il finanziamento del fondo FERS Regionale “Scuol@ 2.0” riconosciuto al I.C. “Padre Pio
da Pietralcina; tale finanziamento consentirà di completare la informatizzazione dell’Istituto e
dotare tutte le aule di strumentazione informatica e digitale.
L’Istituto Comprensivo “Padre Pio da Pietrelcina, raccogliendo le istanze provenienti dalle famiglie,
attraverso il Piano Triennale dell’Offerta Formativa, ha quindi creato un proprio progetto educativo,
organizzativo ed operativo, che ovviamente potrebbe subire uno brusco stop in caso di perdita della
dirigenza.
Queste le ragioni per le quali auspichiamo un Vs. intervento, unitamente agli altri organi preposti e
nelle sedi opportune, a salvaguardia del nostro Istituto Comprensivo, anche prendendo nella dovuta
considerazione, al di fuori di ogni logica politica o partitica, la proposta pervenutaVi in tal senso
dalla nostra amministrazione comunale, il cui intento è, e non potrebbe essere diversamente, la
salvaguardia delle istituzioni del territorio in funzione delle esigenze dei propri abitanti.
Pertanto, pur non essendo nostra intenzione entrare in conflitto con i genitori di altra parte del nostro
territorio, giustamente preoccupati al pari di noi della formazione scolastica dei loro figli, reputiamo
inaccettabili i toni esacerbati e non consoni al vivere civile, la disinformazione e gli allarmismi
inutili che hanno caratterizzato questa vicenda da alcuni mesi a questa parte.
La popolazione scolastica delle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado del
territorio di Pisticci conta, infatti, circa 1700 alunni, un numero più che sufficiente per assicurare la
dirigenza dei due Istituti Comprensivi, che negli anni hanno garantito un’offerta formativa variegata
ed adeguata alle peculiarità di un territorio vasto e caratterizzato da due grandi centri urbani
differenti tra loro per caratteristiche sociali e demografiche.
Va evidenziato inoltre, che l’I.C. “Padre Pio da Pietrelcina”, opera già nel centro abitato di
Marconia, nel plesso della scuola dell’Infanzia “RodarI2, che conta 162 alunni.
L’accorpamento di tale plesso al nostro istituto, nel precedente piano triennale di
ridimensionamento scolastico, ha garantito la continuità didattica del corpo insegnante, senza 5

ingenerare alcuna problematica nei rapporti scuola-famiglia. Il plesso, in linea con la VISION e la
MISSION dell’Istituto si è distinto sul territorio di Marconia per l’alta qualità della programmazione
e progettualità in un processo di insegnamento-apprendimento di grande pregio ed inclusività.
Sempre aperto al dialogo ed alla collaborazione attiva con gli Stakeolder del territorio, ha instaurato
una rete di fattiva collaborazione con le varie agenzie socio-educative e formative del territorio e
con le famiglie che, hanno dimostrato grande partecipazione ed entusiasmo nella condivisione
dell’offerta formativa, garantendo la loro fattiva partecipazione alle attività proposte.
A tutto ciò, va aggiunto l’essenziale ruolo che la scuola con le sue attività extrascolastiche
pomeridiane riveste soprattutto per i ragazzi di Pisticci paese, centro urbano che non dispone di altre
strutture aggregative tali da offrire a tutti indistintamente occasioni di crescita culturale e
promuovere attività sportive, particolarmente importanti per ragazzi in età preadolescenziale.
Tutto ciò verrebbe compromesso, nella malaugurata ipotesi in cui l’Istituto Comprensivo “Padre Pio
da Pietrelcina” dovesse essere sottoposto alla reggenza del dirigente di un altro istituto collocato in
un altro paese a distanza di molti chilometri, o del dirigente del Comprensivo “Q. O. Flacco” che si
troverebbe a gestire da solo una popolazione scolastica di oltre 1700 alunni!
E’ evidente che una tale soluzione non consentirebbe al reggente di svolgere il suo ruolo con la
stessa efficacia assicurata da un dirigente sempre presente in sede, tutto ciò a discapito del lavoro
svolto in questi anni.
Da quanto fin qui prospettato, emerge chiaramente la nostra preoccupazione in merito a tale
vicenda, che auspichiamo trovi una soluzione giusta, svincolata da ogni aprioristica presa di
posizione ed orientata unicamente a garantire alla popolazione scolastica dell’intero territorio
comunale di Pisticci una stabilità duratura, che non vanifichi gli sforzi fino ad ora fatti e consenta di
pianificare in maniera certa gli obiettivi dell’offerta formativa da perseguire per il futuro.
Confidando nella Vs. sensibilità in merito ad un argomento così delicato porgiamo i nostri distinti
saluti.

I genitori dell’Istituto Comprensivo “Padre Pio da Pietrelcina”

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*