Il Premio Energheia da venerdì 7 a domenica 16 settembre 2018 – il programma

Al via le iniziative per la cerimonia di consegna del Premio letterario Energheia 2018, giunto alla sua ventiquattresima edizione.

Anche quest’anno l’associazione ha promosso una serie di eventi a corollario del Premio, con una serie d’incontri con personalità del mondo della cultura nazionale e internazionale, che accompagneranno il pubblico materano e gli ospiti del Premio dal 7 al 16 settembre p.v.

Si inizia Venerdì 7 alle 19.30 al Museo Ridola con la presentazione del libro digitale dello storico lucano Giacomo Racioppi: Origini storiche basilicatesi investigate nei nomi geografici del 1876 nei diversi formati elettronici. L’iniziativa rientra nell’attività di Scriletture Ibride promossa dal sodalizio materano che ha al suo attivo oltre 23 libri riguardanti la città e il territorio, in formato digitale, scaricabili gratuitamente dal sito dell’associazione: www.energheia.org. Il sabato 9 settembre alle ore 19.30, nel Museo D. Ridola, sarà dedicato alla letteratura russa e alle influenze del potere zarista con il ProfessoreMarco Caratozzolo dell’Università di Bari. Quasi un parallelo tra quanto accadeva nel mondo letterario e artistico nei primi del Secolo scorso e la realtà attuale di Putin. La domenica 10 alle ore 20.00 sarà la volta del teatro e dei pupi siciliani nel giardino del Museo Ridola, con lo spettacolo dal titolo: Non mi piace il buio, prigionia e morte di Giuseppe Di Matteo di Angelo Sicilia, tratto dal romanzo “Il giardino della memoria” di Martino Lo Cascio. Una storia che narra la tragica vicenda della prigionia del bambino rapito e ucciso dalla mafia perché figlio di un pentito. Nella giornata di Lunedì 11 presso la Biblioteca “T. Stigliani”, nella Sala “Laura Battista” alle 19.00 è previsto l’incontro con il giornalista de Il Fatto Quotidiano Antonello Caporale che presenterà il suo ultimo libro dal titolo “Matteo Salvini. Il ministro della paura”; mentre il giorno 12, martedì, al Palazzo Lanfranchi sarà la volta del Professore Stefano Petrucciani, docente di filosofia all’Università La Sapienza di Roma che approfondireà il pensiero di Marx a duecento anni dalla sua nascita. Dopo questi incontri spazio alla musica con Onde lunghe, incentrato sul rapporto tra rock e politica, ovvero sulla presa di posizione di diversi cantanti e gruppi rock su tematiche sociali e politiche che si svolgerà presso Le Monacelle il mercoledì 13, mentre il giovedì 14 nel giardino del Museo Ridola, risuoneranno le note di musica classica con il pianista materano Pierfrancesco Forlenzae la partecipazione dello scrittore Roberto Moliterni con Invenzione a due voci, raccontare la musica. Il venerdì 14 al Museo Ridola, Rita Montinaro, per la sezione Ti racconto un libro narrerà Un libro, una donna, di Annie Ernaux. Da non perdere la lezione sulla tema Tecniche narrative e scrittura, in programma nel pomeriggio di sabato 15, aperta agli scrittori italiani e stranieri del Premio Energheia con Tiziana D’OppidoUlf Peter Hallberg e Fernando Clemot.

   Un Premio che in queste ventitquattro edizioni ha visto la partecipazione di un nutrito e vasto numero di scrittori in erba che si sono cimentati nella difficile arte della scrittura, ma che nel contempo ha avvicinato molti amanti della lettura al comitato lettori, composto, nell’ultima edizione, da oltre ottocento, sparsi in ogni angolo della Penisola.

   Un coinvolgimento che fa del Premio Energheia una realtà locale che guarda lontano, oltre i suoi confini nazionali. È il caso del Premio Energheia Europa promosso in SpagnaIsraeleSlovenia e Francia che vedranno nella città dei Sassi i suoi vincitori, ospiti dell’associazione nelle giornate del Premio. Iniziative che vedono il coinvolgimento del Governo Spagnolo, dell’Ambasciata di Slovenia in Italia, dell’Institut Francais, dell’Università Bezalel di Gerusalemme, dell’Università di Maribor e La Sorbona di Parigi.

   L’associazione con queste giornate materane, intende rimarcare questa sua notevole e infaticabile produzione culturale con l’antologia I RACCONTI DI ENERGHEIA, raccolta dei racconti finalisti dello scorso anno, che sarà presentata sabato 15 settembre, in concomitanza con la cerimonia di consegna del Premio, e con la produzione dei cortometraggi – la trasposizione in suoni ed immagini dei racconti vincitori del premio Energheia Cinema 2017 e Miglior racconto da sceneggiare 2017 -, quest’ultimi saranno presentati venerdì 14 settembre nella sala del Museo D. Ridola a Matera.

   Ancora un finale fragoroso con la serata della domenica 16 con un approfondimento culturale sul temaEuropa, cultura e crisi nel Giardino del Museo Ridola che vedrà la presenza del filosofo Giacomo Marramao dell’Università Roma Tre e dell’intellettuale spagnolo Santiago Eraso e che intende rilanciare il documento promosso dal professore Massimo Cacciari sul tema dell’approccio italiano all’Europa. Infine la serata si concluderà con l’anteprima di Time Zones 2019, rassegna musicale sulla via delle musiche possibili che si svolge da oltre 35 anni in diverse città pugliesi con la presenza del chitarrista americanoLee Ranaldo.

   Una serie di incontri, quindi, che abbracciando tutte le arti rientrano a pieno titolo nei progetti che da tempo l’associazione persegue sul territorio.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*