Al festival “Il Federiciano”, una serata dedicata agli autori che hanno frequentato la Masterclass di Mogol, Anastasi, Quasimodo

“La notte della poesia”, evento che ha unito due arti molto coinvolgenti come la musica e la poesia, ha avuto per protagonisti gli autori di testi (poesie e canzoni) che hanno frequentato la Masterclass realizzata durante il festival “Il Federiciano” di Rocca Imperiale, con tre docenti d’eccezione: Mogol, Alessandro Quasimodo e Giuseppe Anastasi. Dopo i due giorni di corso con il Maestro della musica italiana Mogol, con il cantautore Giuseppe Anastasi (fresco vincitore della Targa Tenco) e con l’attore e autore teatrale Alessandro Quasimodo (figlio del poeta Salvatore Quasimodo, Premio Nobel per la Letteratura), in quella che è stata la più importante Masterclass mai realizzata al Sud Italia, agli autori corsisti è stata dedicata un’intera serata del festival poetico ideato dall’editore Giuseppe Aletti. Gli autori e poeti praticanti hanno declamato le proprie poesie accordando la propria voce con le musiche eseguite dalla Melos Orchestra, diretta dal Maestro Finizio. I quindici elementi dell’orchestra hanno accompagnato gli autori nella lettura dei propri testi sotto il cielo stellato d’agosto di Rocca Imperiale, in un suggestivo momento di musica e poesia. L’originale spettacolo, pensato anche questo dall’editore e poeta Giuseppe Aletti, ha mostrato una fotografia del molteplice mondo della scrittura odierna. Ogni autore ha portato sul palco, insieme al proprio scritto, anche la propria personalità, mentre i più grandi successi della musica classica e le melodie di colonne sonore famose animavano l’ascolto.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*