Potenzo: Lavoro nero, ammende per 100 mila euro

In questi ultimi giorni, i Carabinieri del Comando Provinciale di Potenza, congiuntamente a quelli del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Potenza e ai Funzionari della Direzione Territoriale del Lavoro di Potenza e Matera, hanno effettuato mirati controlli, finalizzati al contrasto del “lavoro nero”, in materia di agricoltura, ristorazione ed edilizia.

L’attività in questione è stata sviluppata nell’ambito di una stretta collaborazione tra il Comando Legione Carabinieri Basilicata e la Direzione Territoriale del Lavoro di Potenza e Matera, proprio per debellare il fenomeno del “lavoro nero”.

Nel corso dei servizi, nei Comuni di Avigliano, Grumento Nova, Latronico, Lauria, Potenza, Sant’Arcangelo, sono state rilevate irregolarità da parte di quattro imprese operanti nel settore dell’agricoltura, due nella ristorazione e tre in quello dell’edilizia, con riferimento ad altrettanti cantieri in opera.

Gli illeciti riscontrati hanno riguardato il “lavoro sommerso” nel settore dell’agricoltura, della ristorazione e dell’edilizia, con l’individuazione di n. 12 lavoratori “in nero” su un totale di 50 dipendenti controllati, nonché altre violazioni quali l’omessa sorveglianza, la somministrazione illecita di manodopera, il lavoro in quota, il pericolo di caduta dall’alto, che incidono sulla sicurezza dei luoghi di lavoro, al fine di prevenirne gli infortuni.

Il personale operante, che ha provveduto ad informare le competenti Autorità Giudiziarie ed Amministrative, ha, altresì, elevato ammende per un importo di oltre 100.000 Euro e comminato sanzioni amministrative per 50.000,00 Euro, oltre che adottato 2 provvedimenti di sospensione dell’attività imprenditoriale.

Analoghe attività verranno svolte anche nei prossimi mesi in tutto il territorio della Regione Basilicata.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*