Moliterno: Non solo festival, opportunita’ internazionalizzazione per cultura ed imprese Val d’Agri

Scambi internazionali di cultura e di imprese culturali, valorizzazione del patrimonio musicale ed artistico popolare e folk, promozione del turismo e dei prodotti tipici e di qualità locali per favorire l’internazionalizzazione di cultura ed impresa: sono questi gli elementi che hanno caratterizzato a Moliterno la “Rassegna internazionale del folklore “Moles Aeterna”, promossa dal Laboratorio Teatro Popolare Folk U Cirnicchiu (attivo dal 1966). Alla 22esima edizione hanno partecipato gruppi provenienti da Botswana, Ecuador, Thailandia, Colombia e Senegal e al termine è stato annunciato un progetto di scambio culturale con Panama. A sottolineare gli aspetti di successo della manifestazione, diventata negli anni uno degli appuntamenti estivi che maggiormente caratterizzano l’offerta turistica in Val d’Agri e l’unica che rappresenta la Basilicata nel circuito di 21 festival di caratura internazionale e riconosciuti dal Consiglio Internazionale Festival Unesco, è stato Fausto De Mare che a nome della Camera di Commercio di Potenza ha consegnato una targa al Presidente dell’Associazione moliternese Vincenzo Melfi.

“L’internazionalizzazione – ha detto De Mare ringraziando il presidente dell’Ente Camerale Michele Somma per la scelta del patrocinio dell’evento – è l’opportunità che si apre specie per i giovani che hanno voglia di impresa e che intendono scommettere la propria attività senza per questo emigrare. Il sistema camerale italiano con ben 80 Camere di Commercio estere, in sinergia con le Ambasciate e l’Ice, rappresenta lo strumento migliore di assistenza e consulenza. E questa iniziativa culturale, unitamente al patrimonio enogastronomico, paesaggistico e naturalistico contribuisce ad arricchire l’offerta turistica in Val d’Agri ed in Basilicata. Come Ente Camerale vogliamo sostenere ed accompagnare queste attività, per promuovere il settore del turismo, la voglia di fare impresa, confrontandoci con altre realtà in un mercato sempre più globale, per generare maggiore reddito ed occupazione. Sono certo – ha concluso De Mare – che la Camera di Commercio unica della Basilicata rafforzerà ogni impegno e azione in questa direzione”.

Il primo obiettivo attraverso “Moles Aeterna” – ha affermato Vincenzo Melfi ricordando i numerosi scambi culturali internazionali realizzati in oltre 20 anni – è promuovere l’immagine di una regione attenta al proprio patrimonio etnico-antropologico che intende valorizzare le tradizioni popolari lucane. Attraverso la tradizione rassegna internazionale di Moliterno che ogni anno si arricchisce di presenze prestigiose oltre a tutte le attività produttive si rafforzano cultura ed imprenditoria e con esse il “più genuino” made in Italy.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*