I bandi regionali per le imprese illustrati presso la sede di Confapi Matera

De Salvo: sale la voglia di investire per superare la crisi ma per il Mini Pia occorrono più risorse

Nel corso di un’affollata assemblea di circa 50 imprenditori, presso la sede di Confapi Matera, l’assessore regionale alle Politiche di Sviluppo, Roberto Cifarelli, e l’ing. Giuseppina Lovecchio del Dipartimento hanno illustrato i bandi di agevolazione della Regione Basilicata attualmente in corso. Era presente anche il presidente della CNA regionale, Leonardo Montemurro.

Quasi 63 milioni di euro per 5 avvisi pubblici: Piani di Sviluppo Industriale attraverso Pacchetti Integrativi agevolativi, c.d. Mini PIA; incentivi per il commercio al dettaglio; bando per le imprese artigiane; Destinazione Giovani e Destinazione Over 35.

Al termine dell’incontro il presidente di Confapi Matera, Massimo De Salvo, ha commentato: “L’attenzione degli imprenditori è rivolta soprattutto al bando detto Mini PIA, che è destinato alle micro, piccole e medie imprese per la creazione di nuove iniziative imprenditoriali o per il rafforzamento delle imprese esistenti. Abbiamo rilevato un grande interesse verso questa misura, a dimostrazione che la voglia di investire delle Pmi sta salendo perché vogliamo superare la crisi. Come conferma il rapporto Svimez, da noi gli investimenti privati sopperiscono a quelli pubblici”.

“Per questo motivo – prosegue il presidente De Salvo – abbiamo chiesto all’assessore Cifarelli di incrementare la dotazione del bando, pari a 27 milioni di euro. Solo così, si potrà sostenere la tendenza a investire che, come prevediamo, nel 2018 e 2019 aumenterà ancora”.

“Oggi, tuttavia – conclude il presidente di Confapi Matera – la piccola ripresa del 2017 si è già arrestata e lo scarso numero di domande pervenute a valere sul bando per l’assunzione di giovani diplomati e laureati, dimostra che occorre ancora lavorare per creare le condizioni perché le imprese assumano, i presupposti però ci sono e noi siamo fiduciosi che ce la possiamo fare se la spesa pubblica sarà realmente efficiente”.

Matera, 2 agosto 2018

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*