Comune di Guardia Perticara: Rassegna di Cultura, Arte, Spettacolo 2018

Torna la Notte della Tarantella Lucana. Il Premio Enotria in memoria del Genio Tricarichese, Antonio Infantino

Guardia Perticara, 2 Agosto 2018 – Si dà il via alla Rassegna di Cultura, Arte, Spettacolo 2018 nell’incantevole cornice del borgo di Guardia Perticara. Un parterre di eventi culturali, teatrali, musicali, che si svolgeranno dal 6 al 30 agosto, nell’ambito delle iniziative di promozione del territorio portate avanti dall’Amministrazione comunale.

Come ogni anno, il 6 agosto il borgo si animerà dei suoni atavici della musica popolare lucana con l’VIII edizione de ‘La Notte della Tarantella’, la cui ideazione e direzione artistica è da sempre quella di Graziano Accinni, storico chitarrista di Mango. Primo evento della Rassegna, come ogni anno lo spettacolo è voluto e organizzato dalla Pro loco di Guardia Perticara.

Ritornano, così, i ritmi coinvolgenti del Sud con musicisti di grande pregio che si esibiranno in onore del grande artista Antonio Infantino, di recente venuto a mancare. Leader storico dei Tarantolati di Tricarico, il maestro nasce a Sabaudia nel 1944, ma cresce a Tricarico. Dal 1964 matura varie esperienze artistiche nel campo della poesia visiva con gli artisti del gruppo Fluxus, spaziando dall’elettronica al jazz. Comincia ad esibirsi dal vivo a partire dal 1966 al Folkstudio di Roma e al Nebbia Club di Milano. Scrittore sensibile, la sua raccolta di poesie ‘I denti cariati e la patria’ verrà pubblicata nel 1966 dalla Feltrinelli. Nel ’69 e nell’83 collabora con il Premio Nobel Dario Fo, prima per lo spettacolo ‘Ci ragiono e canto n.2’ e poi per musicare l’‘Arlecchino’ di Fo, in occasione della Biennale del Teatro di Venezia. Nel 1975 fonda il movimento culturale dei Tarantolati di Tricarico attraverso cui reinventa continuamente i suoni della sua terra di origine. Matura anche esperienze all’estero: nel 1978, recatosi in Brasile, sperimenta la commistione dei suoni della Samba con quelli della Taranta giungendo a pubblicare il documentario sonoro ‘La tarantola va in Brasile’, con l’intervento di Fafà de Belém. Nel 1989 compone le musiche per lo spettacolo ‘Tricolore triste’, allestito ad Anversa dal gruppo teatrale belga Nieuwe Scene. Artista a tutto tondo, nel 1996 espone i suoi quadri presso il Parlamento Europeo, a Bruxelles, in una mostra dal titolo ‘Danza Cosmica: danza, suono, colore’. Celebre “La Gatta Mammona”, eseguita poi, nel 1997, anche col gruppo “99 POSSE”.

L’evento avrà inizio alle 19.00 con la presentazione del libro di Walter De Stradis ‘Nella Testa di Antonio Infantino’, edito da Villani Editore. Giornalista, conduttore, musicofilo e studioso di tutti i generi musicali nel mondo – dal reggae, alla musica etnica passando per la world music a quella di ricerca, sarà lui a presentare la serata.

Tutti allievi di Infantino, a ritmare la ‘Notte della Tarantella Lucana 2018’ saranno: Antonio Bruno – musicista e collaboratore di Infantino per molti anni e di altri grandi artisti italiani come Tony Esposito – che si esibirà in Anime Migranti. Giustina Gambardella solista e percussionista di Eugenio Bennato, la sua performance avverrà nel quintetto “Nuova Officina Popolare”. Ed infine la serata sarà scandita dalle percussioni di “Francesco Tomacci e degli orchestrali della Cupa”, nuova Ensemble che debutterà proprio sul palcoscenico de ‘La Notte della Tarantella’.

In memoria dello ‘Sciamano Lucano’ che ora più che mai ‘si muove come le nuvole’, sarà dedicato anche il Premio Enotria 2018, che per l’VIII edizione sarà consegnato all’artista Antonio Bruno, per le sue innumerevoli collaborazioni con il Genio Tricarichese.

Questo slideshow richiede JavaScript.

ANTONIO NICOLA BRUNO

Autore, compositore, cantante e musicista.

Laureato in Musica Elettroacustica presso il Conservatorio Gesualdo Da Venosa di Potenza. L’esperienza pluriennale dei molti lavori in attivo fanno di Antonio Nicola Bruno un punto di riferimento della Musica Popolare Italiana. Arrangiatore e musicista con Antonio Infantino e i Tarantolati di Tricarico e cantautore con il Gruppo Bellitamburi, collabora dal 2001 con Tony Esposito come autore, cantante e musicista. Centinaia di concerti in Italia e nel Mondo e tantissime collaborazioni con artisti come Pino Daniele, Eugenio Bennato, 99 Posse, Krikka Reggae, Tony Cercola Carlo Faiello e molti altri. Di recente ha partecipato agli ultimi grandi eventi organizzati da Pino Daniele prima della sua prematura scomparsa nel 2015. Collabora ancora con il gruppo Petrameridie con il quale ha sperimentato due brani suoi presentati all’interno della Notte della Taranta di Melpignano del 2014. Inoltre, ha partecipato al progetto Fiore di Lucania e tenuto conferenze sul futuro della Musica Popolare alla Sorbonne di Parigi e in Salento al Tarantula Folk Festival. Ha pubblicato con Bellitamburi l’album Danza e Ridanza del 2003 e Danza e Ridanza 2 del 2008, poi Magic Sound nel 2014 e l’album Elettronica Popular. Di recente è uscito il libro Per rabbia e per Amore (Arcana) sul Neapolitan Power, dove è possibile leggere una sua intervista insieme ai più grandi autori napoletani (J.Senese, Enzo Gragnaniello, Bennato, Tony Esposito) di questo movimento culturale e musicale. Ai nostri giorni Antonio Nicola Bruno si esibisce con la sua ultima creatura il gruppo ANIME MIGRANTI, con il quale si presenterà alla Notte della Tarantella Lucana.

GIUSTINA GAMBARDELLA NUOVA OFFICINA POPOLARE

                                                                                                                                                                 Giustina Gambardella è una musicista proveniente da Nocera Inferiore, in Campania. Da piccola appassionata di musica, si diletta a suonare vari strumenti fino a che non trova la propria passione nel mondo delle percussioni. Dal 2004 ad oggi ha collaborato con molti gruppi campani e non.

Parte da Le Ninfe della Tammorra partecipando come “voce” al lavoro discografico “Scaramantrika” (2012); in seguito collabora con i Rotumbé, compagnia di musica etnica ben nota nel Cilento, con i quali ancora oggi suona in molte piazze d’ Italia.

Giustina collabora anche con il noto cantautore sardo Nicola Pisu nella realizzazione del brano “Il Gallo Canta”, presente nel disco “Girotondo” (2014).

Nel 2015 partecipa come percussionista nel brano “Brigante Corsaro” di Carmine Donnola (album “Sguardi Relativi”) arrangiato da “Cattivo Costume”, idea di Marco Milone e Roberta Izzo e con i quali successivamente lavorerà ad un progetto che racconta di una terra dimenticata e violentata, ma che resiste e insiste in questo mondo corrotto. Il brano in questione é “Chistu Sud”.

Successivamente intraprende un nuovo progetto musicale dal nome Impresa Meridionale, in cui il chitarrista Elio Manzo (componente/fondatore del gruppo Bisca) le fará poi incontrare Eugenio Bennato.

Nel marzo del 2016 debutta a Città della Scienza insieme al Maestro Eugenio BENNATO, con il quale avvierà la sua collaborazione sia in Italia sia all’ Estero, presso le Ambasciate Italiane e gli Istituti di Cultura Italiana nel mondo. Dal palco del Primo Maggio a Roma, nel 2016, al Primo Maggio a Napoli, nel 2017, passando per i grandi Teatri d’Italia e i Festival delle maggiori città italiane, arriva fino a Montecarlo, Marocco, Turchia, Kuwait, Egitto, Croazia e Canada. Partecipa come tamburellista nell’ultimo lavoro discografico del Maestro, album intitolato “Da che Sud é Sud”(2017).

Nel 2018 avvia una collaborazione, non solo teatrale, con Vladimir Luxuria, il gruppo musicale “Volta la Carta” e “Scena Teatro” di Antonello De Rosa per la realizzazione de “La Ballata degli Esclusi”: un recital ispirato al repertorio del cantautore genovese Fabrizio De André, abbracciando la sua poetica a favore degli oppressi e di quanti vivono confinati ai margini della società.

Giustina é attualmente impegnata nella realizzazione più concreta di NOP, affiancata da musicisti eccellenti, che vantano collaborazioni di grande livello e ognuno proveniente da uno stile diverso.

NOP é Nuova Officina Popolare, un gruppo di musica etno-popolare campano nato con l’intento di diffondere le tradizioni popolari musicali del Sud Italia, contaminate dai vari stili dei paesi nel mondo, quindi passando per il filone classico, arabo, celtico, fino al moderno e sfociando dunque nella “world music”; il linguaggio tradizionale viene rielaborato con un sound più fresco e dirompente, senza però perdere la matrice ritmica del nostro Sud.

Membri del gruppo:

Nadia Pepe: voce

Giustina Gambardella : voce e percussioni

Donato Giachetta: chitarre

Amleto Livia: violino

Davide Sorrentino : basso.

Tutte le informazioni sono consultabili sulla pagina Facebook: Guardia Perticara Turistica

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*