Altamura: I Carabinieri arrestano tre persone

Prosegue incessantemente l’attività di controllo del territorio disposta dal Comando Provinciale Carabinieri di Bari nel comprensorio di Altamura, al fine di prevenire e reprimere reati in genere.

Nel corso della scorsa settimana i risultati non si sono fatti attendere in relazione al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare, i Carabinieri di Cassano delle Murge, dopo aver sviluppato sul territorio di competenza una capillare attività info investigativa, hanno deciso di fare irruzione all’interno di un appartamento nella disponibilità di un pluripregiudicato 28enne del luogo ed hanno eseguito una perquisizione domiciliare che ha consentito di rinvenire 40 grammi di marjuana e 180 grammi di hashish, già suddivisa in dosi e pronta per lo spaccio. Per il soggetto è scattato l’arresto per detenzione di sostanza stupefacenti ai fini di spaccio.

Un altro arresto è stato operato dai Carabinieri di Altamura i quali, alla richiesta di aiuto giunta sull’utenza 112 domenica sera da parte di una donna 36enne del luogo, la quale riferiva di essere stata picchiata dal proprio marito, si sono recati immediatamente presso la sua abitazione ove, dopo aver riscontrato le lesioni riportate dalla donna, hanno raccolto la denuncia attraverso la quale la stessa ha ricostruito le continue vessazione alle quali era sottoposta da tempo; l’uomo un pregiudicato 40enne è stato arrestato e sottoposto in regime di arresti domiciliari per il reato di maltrattamenti e lesioni personali. Infine, in Gravina in Puglia, a seguito del sinistro stradale nel quale sabato scorso sono rimasti vittime due anziani coniugi, i Carabinieri della locale Stazione hanno sottoposto agli arresti domiciliari il conducente, un 31enne della provincia di Potenza,  che  ha invaso la corsia opposta di marcia provocando il sinistro stradale mortale. Inevitabile per lui l’arresto per “omicidio stradale” in quanto è emerso che guidava sotto l’influenza di sostanze stupefacenti.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*