Confesercenti Potenza su Alternanza scuola-lavoro

“In data 11 giugno 2018 è stato firmato il protocollo d’intesa tra Confesercenti e Anpal per realizzare un’azione di sistema strutturata nell’ambito del sistema delle politiche attive volta a rafforzare tutti gli strumenti dell’alternanza scuola lavoro”. A riferirlo è il presidente provinciale di Potenza di Confesercenti, Giorgio Lamorgese, facendo riferimento al bando della Camera di Commercio di Potenza un Bando che eroga voucher in favore delle imprese della provincia di Potenza che abbiano realizzato percorsi di alternanza Scuola-Lavoro dal 1 marzo al 30 settembre 2018.
“Il percorso per entrare nel mondo del lavoro inizia dalla scuola, motivo per cui – aggiunge Lamorgese – il sistema di istruzione e della formazione non sono variabili indipendenti..
Al fine di rendere i percorsi di transizione e alternanza scuola lavoro quanto più connessi alle mutevoli esigenze del mercato del lavoro, Anpal e Confesercenti si sono impegnate a diffondere sul territorio la cultura dell’alternanza e degli altri strumenti della transizione; diffondere le finalità dei percorsi di transizione e Asl, attraverso l’organizzazione di eventi, di sensibilizzazione e di promozione del tema (seminari, workshop, tavole rotonde), con il coinvolgimento di testimoni privilegiati; definire materiali informativi comuni rivolti sia alle imprese che agli studenti e ai docenti degli istituti scolastici e formativi; promuovere la raccolta e la diffusione di modelli e buone pratiche e valorizzarle in un’ottica di benchmarking; promuovere la realizzazione di attività volte a integrare l’offerta formativa attraverso esperienze in contesto lavorativo o laboratoriale.
I nostri uffici – prosegue la nota – cureranno i rapporti con Anpal a livello centrale per favorire le azioni di sviluppo previste dal Protocollo siglato e che comunque potrete già avviare a livello territoriale con i referenti locali dell’Agenzia per le politiche attive.
Secondo i dati del Miur relativi all’anno scolastico 2016-2017, gli studenti lucani coinvolti sono stati 11.285 di cui 5.427 del terzo anno, 5.219 del quarto e 639 del quinto, per un totale di 1.111 percorsi di alternanza attivati preso 2.084 strutture ospitanti. Tra le strutture al primo posto le imprese (1.439), a seguire altre tipologie di ditte (189) e i professionisti (142). Poche le iniziative pubbliche con 49 Enti Locali e 37 tra enti pubblici-privati no profit. In percentuale a prendere parte al piano Alternanza sono stati l’89,6% degli studenti delle classi terze e l’88,9% di quelli di quarta. La percentuale di partecipanti – conclude Lamorgese – è più alta nelle scuole statali rispetto a quelle paritarie, dove uno studente su quattro non ha preso parte al programma. Se in valore assoluto la maggior parte dei tirocini svolti riguarda i liceali (il 55%), in percentuale quelli più coinvolti sono gli studenti degli istituti professionali”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*