Germanò, Melga e Meli: a Crispiano il weekend è indie

Tra giovedì e domenica al Blacksmith tre interessanti live di giovani cantautori italiani che si stanno facendo apprezzare sulla scena nazionale. Tutti i concerti sono gratuiti. Intanto è ufficiale l’appuntamento del 25 agosto con Erica Mou

È un fine settimana ricco di musica indie quello che ci si appresta a vivere al Blacksmith di Crispiano. Sul palco saliranno alcuni tra i nomi attualmente più in voga, soprattutto tra i giovani, del panorama indie-pop italiano. Si comincia giovedì 26 luglio con Germanò, per proseguire venerdì 27 con la tarantina Melga e poi chiudere il trittico domenica 29 con Meli.

Alex Germanò, nato a Trastevere e cresciuto a Monteverde Vecchio a Roma, è stato circa una dozzina di volte in Australia per via della doppia cittadinanza. Ha viaggiato molto, ma poi ha visto “Il Sorpasso” di Dino Risi. Ha iniziato a fare musica nel 2008 con i Jacqueries e nel 2012 ha fondato l’art rock band Alpinismo con cui ha pubblicato un ep per 42 Records. Franco Califano ed Enzo Carella sono i suoi autori e personaggi preferiti. “Per Cercare Il Ritmo”, il primo full length di Germanò è uscito il 29 settembre per Bomba Dischi/Universal. L’album raccoglie nove canzoni d’amore, d’amicizia, di solitudine, di malinconia mista a indolenza giovanile, nascondendo una propensione di ricerca positiva. È un disco semplice e personale in tutti i suoi aspetti, che parla di sentimenti nelle sue dinamiche più intrinseche su atmosfere che devono molto al jazz, alla Motown, al pop-rock e alla disco-music.

Dopo aver vinto, attraverso l’Ahurea Music Contest, un contratto di produzione discografica con l’etichetta Fragola Dischi, Melga esordisce nel 2016 con il primo album “Rattopparte” e un tour da oltre 40 date, tra cui le aperture a nomi quali Subsonica alla Raffo Fest a Taranto e Modena City Ramblers a Cosenza. Risultati replicati, poi, con l’uscita del secondo album “Buco” e un tour che, dalle aperture ad artisti come Erica Mou, Lorenzo Kruger e Management del Dolore Post Operatorio, l’ha portata all’incredibile partecipazione all’Uno Maggio di Taranto.

Con uno stile che è una via di mezzo tra l’hip hop e il cantautorato malinconico, Meli è un artista catanese classe ’98 che ha attenzionato parecchio la scena indie in Italia. Dopo il singolo “Niente Da Aggiustare”, ma soprattutto dopo l’uscita del brano “Capofitto”, l’artista ha conquistato appieno il pubblico indipendente entrando prima nella popolarissima playlist Indie Italia di Spotify e poi nella Viral 50 Italia, dove è rimasto per tre settimane occupando la dodicesima posizione e superando i 500mila ascolti. Il 23 marzo è stato pubblicato il brano “Ossessione”, che farà da lancio al disco d’esordio.

Tutti i concerti cominceranno alle 21.30 e si terranno all’aperto, nell’ampio giardino del Blacksmith Pub, che si trova in corso Umberto 225. Per info e prenotazioni tavoli è possibile telefonare ai seguenti numeri: 099.2227242 – 320.9433990.

Dopo questo fine settimana, continuerà senza soste la musica al Blacksmith. E, a tal proposito, c’è già tanta attesa per il live di Erica Mou del 25 agosto.

Questi i prossimi appuntamenti in programma:

Domenica 5 agosto – BlindCat

Domenica 19 agosto – Railway

Sabato 25 agosto – Erica Mou

Sabato 1 settembre – Blùmia

Venerdì 7 settembre – The Sixty Beat 2.0 Evolution

Domenica 16 settembre – Moinè

Vincenzo Parabita

Addetto stampa rassegna musicale Blacksmith

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*