Lavello: Un arresto in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nell’ambito di specifici servizi di istituto preordinati sull’intero territorio del Comando Provinciale Carabinieri di Potenza, i Carabinieri della Compagnia di Venosa, nella tarda serata di ieri hanno tratto in arresto un 23enne incensurato, residente nel comune di Melfi (PZ), colto nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare, i Carabinieri della Stazione di Lavello, durante l’esecuzione di un posto di controllo, alla periferia di quel centro cittadino, hanno proceduto al controllo del giovane che si trovava alla guida della propria autovettura. Nel corso della perquisizione personale e veicolare d’iniziativa, rinvenivano tre involucri in plastica contenenti complessivamente 100 grammi di “marijuana”, occultati sotto il sedile anteriore destro del mezzo e 55,00 euro in banconote di vario taglio, verosimile provento della pregressa attività di spaccio.

La successiva perquisizione domiciliare presso l’abitazione del 23enne consentiva di recuperare ulteriori 70 grammi circa della medesima sostanza, 1,5 grammi di “hashish” nonchè due bilancini di precisione. Quanto rinvenuto veniva quindi sottoposto a sequestro mentre il giovane, alla luce di quanto accaduto e considerate le sue oggettive responsabilità in relazione al reato commesso, veniva tratto in arresto e tradotto presso la Casa Circondariale di Potenza a disposizione del magistrato della Procura della Repubblica di Potenza, che coordina le indagini.

Sono in corso ulteriori investigazioni da parte dei Carabinieri di Lavello, finalizzate ad accertare la possibile destinazione dello stupefacente al “mercato” del luogo o dei paesi viciniori.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*