Pietrantuono: “Non è l’ENI che deve entrare nei progetti di valutazione ambientale e sanitaria.”

“Negli ultimi mesi abbiamo costruito gli strumenti che rivoluzioneranno il sistema dei controlli e monitoraggi nell’area Val d’Agri – è quanto afferma Francesco Pietrantuono, assessore all’Ambiente e Energia della Regione Basilicata”.

“Va dato atto – prosegue Pietrantuono – che lo studio di Valutazione di Impatto Sanitario (VIS) commissionato dai comuni di Viggiano e Grumento è uno studio molto importante.

Come Regione stiamo mettendo in campo tutte le azioni consequenziali; in particolare abbiamo chiesto all’Istituto Superiore di Sanità e ad Ispra una valutazione di approfondimento sulla base della quale, ad oggi, si può affermare che i modelli di sorveglianza sanitaria utilizzati nella VIS vengono giudicati adeguati, mentre  sono emersi alcuni punti di attenzione sui modelli ambientali i cui risultati, a parere dell’Istituto Superiore di Sanità,  non possono considerarsi risolutivi  e richiedono ulteriori approfondimenti.

Sulla base di tali osservazioni, giovedì si terrà  in Regione la prima Conferenza di Consenso tra Istituto Superiore di Sanità, Arpab, le nostre Fondazioni Ambiente e di Ricerca Biomedica, i Centri di Ricerca CNR, Università e i ricercatori della VIS guidati dal Professor Bianchi.”

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*