Matera: 41enne impugnando una pistola, entra nell’ abitazione di due donne e le rapina. arrestato dai carabinieri

Nella mattinata odierna, i Carabinieri della Compagnia di Matera, a termine di una consistente attività d’ indagine, coordinata dalla Procura dalla Repubblica di Matera, diretta dal Procuratore dott. Pietro Argentino, in esecuzione di un’ ordinanza di custodia cautelare in carcere, hanno tratto in arresto un 41enne del posto, già noto alle forze dell’ ordine, ritenuto responsabile di rapina a mano armata.

I fatti delittuosi, che hanno visto coinvolto, quale materiale esecutore un 41enne della zona, si sono verificati nell’ aprile scorso. In particolare l’ uomo, dopo aver contattato telefonicamente una donna 50enne di origine colombiana (la cui utenza telefonica era stato pubblicato dalla stessa, su un noto sito di incontri online), concordava con la medesima un appuntamento. Giunto presso l’ appartamento la donna, ove vi era anche la presenza di un’ altra donna 49enne, anch’ essa di nazionalità straniera (Equador), l’ uomo, come emerge dalla ricostruzione dei fatti, appena entrato nell’ abitazione, estraeva all’ improvviso dalla cinta dei pantaloni, una pistola, colpendo, con il calcio della medesima, la testa della 50enne, e facendosi consegnare, sempre sotto la minaccia dell’ arma, la somma contante di € 500,00, un cellulare ed un orologio, per poi dileguarsi rapidamente.

I militari del Nucleo Operativa, dopo aver ricevuto la denuncia da parte delle vittime, hanno avviato nell’ immediatezza le attività d’ indagine, che hanno condotto alla ricostruzione della vicenda criminale ed all’ individuazione del 41enne in questione, quale autore della rapina. Infatti l’ attento lavoro investigativo espletato dai carabinieri ha permesso di acquisire e fornire importanti elementi mediante i quali l’ Autorità Giudiziaria, condividendo a pieno le risultanze investigative, emetteva la misura restrittiva in questione. Il 41enne, nelle prime ore della mattinata, rintracciato presso la propria abitazione dai militari operanti, dopo essere stato dichiarato in stato di arresto ed il completamento delle formalità di rito, è stato condotto presso il carcere.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*