Barletta: Carabinieri arrestano 4 persone

Quattro gli arresti operati dai Carabinieri della Compagnia di Barletta impegnati, in questi ultimi giorni, in controlli straordinari del territorio.

Un cittadino extracomunitario originario del Ghana, 26enne, è stato arrestato per aggressione nei confronti di un ragazzo. È accaduto nei presso dell’Oratorio Santa Lucia dove l’ extracomunitario è stato redarguito da un giovane affinché evitasse di chiedere l’elemosina  poiché  pretesa in maniera fastidiosa. Per tutta risposta, l’extracomunitario prendeva una mazza in ferro di uno spazzolone e colpiva il giovane più volte, mordendolo anche all’altezza del braccio. Il provvidenziale intervento di una “gazzella” dei Carabinieri in transito in quella zona  permetteva di evitare il peggio. I militari, viste le circostanze,  con non poche difficoltà, riuscivano a bloccare l’extracomunitario, disarmandolo, dopo che questi aveva tentato di colpire anche gli operanti. Il giovane se la caverà con 5 gg di prognosi s.c.,  ma dovrà effettuare una serie di analisi per le ferite subite. L’extracomunitario del Ghana, richiedente permesso di soggiorno, su disposizione della competente A.G.,  è stato così tradotto presso la Casa Circondariale di Trani (BT).

Un barlettano C.G. 48enne, è stato fermato dai Carabinieri a bordo di una bicicletta per un controllo. L’accurata perquisizione personale permetteva di rinvenire, occultate negli indumenti, 8 dosi di cocaina per un peso complessivo di 3 grammi circa e soldi provento dell’attività di spaccio. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine per questo genere di reati, su disposizione della competente A.G.,  veniva sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.

Due gli arresti per resistenza a p.u. eseguiti durante i controlli alla circolazione stradale. Il primo è di un giovane barlettano 22enne, avvenuto in zona via Delle Belle Arti. I militari intimavano l’alt ad un’utilitaria, la quale, tuttavia, non fermava la marcia anzi accelerava pericolosamente, dandosi alla fuga. Immediatamente scattava un inseguimento durato pochi km in quanto il conducente dell’auto perdeva il controllo del veicolo, urtando alcune vetture parcheggiate. Bloccato e perquisito dai militari il giovane veniva trovato in possesso di marijuana per grammi 0.50 e due dosi di cocaina del peso di 1 grammo. Il predetto è risultato altresì privo di patente di guida perché mai conseguita. Il giovane veniva pertanto tradotto presso la Casa Circondariale di Trani, dovendo rispondere dei reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a p.u..

Stessa sorte per un sorvegliato speciale di pubblica sicurezza, D.C.D. 38enne di Barletta., il quale si intrometteva ad un controllo dei militari riguardante suo figlio minore fermato  a bordo di un ciclomotore 50. Il veicolo risultava sprovvisto di assicurazione ed il minore risultava privo del titolo abilitativo alla guida. Il padre del minore, sopraggiunto a piedi,  aggrediva i militari inveendo contro di loro spintonandoli e strattonandoli per impedire agli stessi di procedere al sequestro del ciclomotore e alla relativa verbalizzazione, riuscendo a mettersi alla guida del motorino e ad allontanarsi. Rintracciato dai Carabinieri, poco dopo, l’uomo è stato arrestato per resistenza  a p.u. e tradotto presso la Casa Circondariale di Trani.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*