Verso le Regionali 2018: A Palazzo San Gervasio il coordinamento provinciale di Fratelli d’Italia

“In uno dei borghi più belli della Basilicata, Palazzo San Gervasio, storica cittadina della provincia di Potenza, ospiti di Angela Terranova (referente provinciale) e Paolo Palumbo (portavoce cittadino), si è tenuto il coordinamento provinciale di Fratelli d’Italia, presieduto dal commissario Giuseppe Giuzio. Tanti i temi trattati, dallo spopolamento, ai fondi europei spesso non spesi o spesi male, all’immigrazione e alla apparente mancanza di opportunità per chi non “vive il sistema” che, sempre più spesso, antepone le filiere alla meritocrazia. Seppur in uno scenario di immobilismo e abbandono è emerso in modo forte l’orgoglio di una comunità che non si rassegna e, tenacemente vuole ripartire dai propri territori per rilanciare la sfida al mal governo locale e regionale. Lo fa con fattiva testimonianza, infatti il coordinamento si è tenuto nell’unica sede  politica presente nel paese.L’Alto Bradano – di cui fa parte Palazzo San Gervasio interessa territorio con zone agricole ad alta fertilità, aree di pregio storico naturalistico e paesaggistico con vocazione all’orticoltura ed alla cerealicoltura di qualità; alle colture biologiche; alle coltivazioni vitivinicole di pregio; con centri di particolare interesse storico/monumentale e di grande vocazione turistica – richiede un rilancio sistematico. Il coordinamento provinciale di Potenza è voluto ripartire da questo territorio per lanciare la sfida al “Sistema Basilicata”. Le elezioni regionali sono vicine e lo sviluppo delle nostre idee, non poteva non iniziare da una comunità che all’ultima turnata elettorale è stata in grado di attestarsi al 10% del consenso. La politica dei territori, la presenza tra la gente con l’idea (parafrasando una citazione storica) di non condividere il governo della nostra regione con chi non ha condiviso la nostra idea in passato, o pur condividendola ci ha già traditi, sono e saranno il lieto motivo di un “fronte comune” che non vuol perdere una storica occasione per ridare speranza  alla Basilicata.  “

La segreteria organizzativa.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*