Indotto Fca, vittoria della Fim Cisl alla Pcma di Tito

 La Fim Cisl ha fatto registrare un’importante affermazione nelle elezioni dei delegati sindacali alla Pcma di Tito, azienda di componentistica dell’indotto Fca del gruppo Magneti Marelli con circa 110 dipendenti. Il sindacato metalmeccanico della Cisl ha eletto due delegati su tre con il 61,1 per cento dei voti; l’altro seggio è andato alla Uilm. Sono stati eletti per la Fim Donato Sabia e Massimo Corvino. . “Questo risultato rafforza l’importante successo ottenuto nell’ultimo rinnovo alla Sistemi Sospensioni di Melfi, altra azienda targata Magneti Marelli, dove la Fim è entrata nella Rsa di stabilimento”, ha spiegato il segretario generale Gerardo Evangelista sottolineando che “con il gioco di squadra siamo riusciti a raggiungere l’obiettivo prefissato”.
Nel ringraziare tutti i lavoratori per la fiducia espressa alla Fim, Evangelista si è dichiarato “soddisfatto dell’ultima tornata elettorale: abbiamo fatto un grande lavoro in questi anni, con i componenti di segreteria Giovanni Ottomano e Sebastiano Valiante, oggi riparte una nuova fase dentro l’azienda che nei prossimi tre anni ci vedrà impegnati con tante buone idee da mettere in campo a difesa del lavoro e dei lavoratori”. Intanto, si guarda alle future manovre di Fca a Melfi. “Nei prossimi giorni si capiranno meglio le strategie industriali del gruppo per lo stabilimento lucano, c’è bisogno di  attivare un confronto tra azienda e sindacato per traghettare questa fase così importante e delicata con l’obiettivo di mettere in sicurezza il lavoro e i lavoratori”, ha concluso il leader della Fim Cisl.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*