Caso Spoleto:Botta e risposta tra Adduce e “Matera si muove”

Continua la querelle tra la Fondazione Matera2019 e “Matera si muove” sul viaggio a Spoleto e la presenza della Federazione al comizio del candidato sindaco del Pd di Spoleto. Al comunicato di spiegazione del Moviemnto pOlitico MAtera si muove il presidente della Fondazione Matera – Basilicata2019 interviene con una nota.
“Nessuna scusa, nessun pretesto. – dichiara – Io e Verri siamo stati invitati a Spoleto da una candidata alla carica di sindaco di quella bellissima città per discutere di come la cultura trasforma e arricchisce i cittadini. Ed abbiamo accettato l’invito. L’appuntamento era fissato per la sera del 21 giugno. Al mattino avevamo da tempo fissato a Roma diversi impegni: con il Presidente di Trenitalia Tiziano Onesti e l’intero suo staff per definire gli aspetti del sostegno delle Ferrovie dello Stato a Matera 2019; con Paolo Bellino General Manager e Direttore Generale di RCS Sport con cui stiamo lavorando per portare nel 2019 il Giro d’Italia a Matera; con i nostri interlocutori per l’edizione 2018 di Materadio.
Nel tardo pomeriggio da Roma siamo stati accompagnati a Spoleto, a cura degli organizzatori, e dopo il nostro intervento siamo stati riaccompagnati a Roma verso mezzanotte da dove siamo ripartiti la mattina seguente. Io sono arrivato alle 10,30 a Policoro in tempo per partecipare alla terza riunione del Comitato di sorveglianza del PO FESR 2014/2020. Anche in questa occasione Matera è stata omaggiata come luminoso esempio da seguire nella valorizzazione del territorio e del patrimonio.
Nessuna spesa è stata posta a carico della Fondazione.”
A questa nota controreplica del consigliere di “Matera si Muove”, Daniele Fragasso.
“Per quanto riguarda i rimborsi spese verificheremo la veridicità della dichiarazione di Adduce. Adduce se vuole partecipare a manifestazioni politiche – dice la nota –  può farlo in forma privata in qualità di rappresentante di partito e non da presidente della Fondazione. Resta da censura la presenza del direttore generale della Fondazione Matera-Basilicata 2019, Paolo Verri, che utilizza Matera 2019 come strumento di campagna elettorale e in qualità di dirigente pubblico non è giustificabile la sua partecipazione a Spoleto in questa manifestazione elettorale.  Ovviamente – conclude -ci auguriamo che il fermento politico di Verri ed Adduce produca lo stesso risultato del 2015, quindi con la Laureti perdente come lo fu allora Adduce a Matera”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*