Gravina: Vice sindaco incontra Cristina Molina Rosell, direttrice dello IATA di Valencia

Avanguardia e tradizione contadina suggellate in un incontro informale tenutosi a Palazzo di città tra il Vicesindaco Maria Nicola Matera e la professoressa Cristina Molina Rosell. La docente – specializzata nel comparto della cerealicoltura – è  direttrice dell’ Institute of Agrochemistry and Food Technology (IATA) centro di ricerca appartenente al “Consejo Superior de Investigaciones Científicas” (CSIC) la più grande istituzione pubblica dedicata alla ricerca in Spagna, terza in Europa e settima nel mondo. Lo sviluppo e la valutazione biochimica, la tecnologica e nutrizionale dei prodotti cerealicoli sono al centro dei suoi progetti di ricerca nazionali ed internazionali che le hanno permesso di ricevere nel 2008 il premio “Harald Perten Award” per il contributo dato nel settore dei cereali e dei suoi derivati.

“E’ stato un grande onore quello di poter omaggiare questa grande e umile donna, abbiamo appreso che è tra le più influenti nel settore alimentare, in tutto il mondo – ha commentato il Vicesindaco Maria Nicola Matera, delegata ad incontrare la Molina Rosell dal Sindaco Alesio Valente – e siamo felici di aver potuto avere un confronto sul tema della cerealicoltura, che speriamo abbia gettato il seme per future collaborazioni”.

A fare da testa di ponte tra Gravina e Spagna, è stato Nicola Gasparre dottorando presso l’ “Instituto de Agroquimica y Tecnologia de Alimentos” di Valencia: “Inoltre ho potuto accogliere – ha concluso il Vicesindaco –  questo giovane ricercatore gravinese, motivo di orgoglio per tutta la nostra città”. Visitate alcune delle aziende gravinesi, impegnate della lavorazione di farine e cereali, la professoressa Molina Rosell si è detta molto colpita dalle tecnologie utilizzate, segno che il motto “Grana dat et vina” non sia stato scelto a caso.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*