Prevenzione incendi nella pineta jonica, un plauso al Consorzio di Bonifica

Il presidente di Confapi Matera, Massimo De Salvo, esprime grande apprezzamento per l’iniziativa presa dal commissario straordinario del Consorzio di Bonifica della Basilicata, Giuseppe Musacchio, per la prevenzione degli incendi nella pineta della fascia jonica.

“La costa jonica – dichiara De Salvo – è soggetta a frequenti incendi che danneggiano soprattutto le attività turistiche, vera ricchezza del territorio insieme a quelle agricole. Per questo motivo l’installazione di 34 idranti antincendio assicura un’attività preventiva dei fenomeni incendiari e dimostra il ruolo strategico che il Consorzio svolge non solo nelle politiche agricole e forestali ma anche in quelle turistiche”.

“La fascia costiera metapontina – prosegue il presidente di Confapi Matera – è un territorio ad alta densità turistica che, come confermato dalla recente relazione della Banca d’Italia per l’anno 2017, traina l’intera economia della regione contribuendo in maniera rilevante alla crescita del Pil. Nell’anno passato proprio il Metapontino, insieme alla città di Matera, ha aumentato in maniera consistente sia le presenze che gli arrivi”.

“Gli operatori turistici, soprattutto i villaggi, i campeggi e gli alberghi trarranno grande giovamento dall’iniziativa del Consorzio di Bonifica, cui va il nostro ringraziamento unitamente ai Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Matera”.

“Auspichiamo – conclude De Salvo – che questa estate l’incubo incendi diventi solo un brutto ricordo e che la stagione turistica possa proseguire regolarmente. Gli operatori turistici chiedono maggiore sicurezza dopo i danni subiti negli anni scorsi”.

Resta, tuttavia, il problema della manutenzione e della pulizia della pineta della fascia jonica dalle erbacce e sterpaglie, perché una pineta pulita e ben tenuta è la prima condizione per contrastare il fenomeno incendi, dolosi o accidentali che siano. Occorre dunque una maggiore attenzione per il nostro prezioso patrimonio boschivo.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*