CASTELLUCCIO:  INTOLLERABILE SITUAZIONE SERVIZI BUS NEL MATERANO

Lo sciopero oggi dei dipendenti delle autolinee Nolè nel Materano è solo l’ultimo caso della gravissima situazione in cui versano i trasporti pubblici su gomma che, specie in provincia di Matera, ha raggiunto livelli intollerabili sia per i lavoratori che hanno pieno diritto al salario che per i cittadini-utenti che hanno lo stesso diritto ad un servizio efficiente. Ad  affermarlo è il consigliere regionale Paolo Castelluccio.

La verità è che tutto il lavoro realizzato dal precedente assessore ai Trasporti Benedetto non ha trovato prosecuzione negli atti e nei provvedimenti che dovevano dar seguito al nuovo Piano Regionale Trasporti con la conseguenza – aggiunge Castelluccio – di ritardi ed inadempienze accumulati rispetto al cronoprogramma “rigido” e “articolato” indicato da Benedetto che  prevede va tutti i passaggi necessari e che quindi bastava solo rispettare. Chi è subentrato al Dipartimento Infrastrutture e Mobilità aveva la strada spianata e quindi doveva solo seguirla.

La proroga al Consorzio Cotrab di Potenza, invece, è la più classica goccia che fa traboccare il vaso nel senso che si è voluto ripristinare il vecchio e consolidato metodo di spesa con i criteri di non favorire il miglioramento dei servizi, secondo le nuove esigenze di mobilità dei cittadini, quanto piuttosto di tenere in vita un sistema ampiamente inefficiente ma perfettamente in  linea con il passato e quindi  con linee di collegamenti intercomunali e regionali inutili e spreco di risorse finanziarie. Accade così che si perde tempo nell’indizione delle gare di affidamento dei servizi di trasporto pubblico locale, intercomunale e regionale su gomma, programmati in nove ‘bacini’ già individuati, tra i quali tre in provincia di Matera (Costa Ionica; Stigliano – Collina Materana; Matera) come per ogni altro adempimento previsto dal Prt.

Ai cittadini-utenti – dice ancora il consigliere regionale – non spetta che attendere la proclamazione del prossimo sciopero dei lavoratori o in alternativa utilizzare la propria auto.

In queste condizioni  diventa sempre più difficile dare seguito ai programmi di Matera 2019 che resta irraggiungibile con bus, treno ed aereo.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*