GINOSA, PUNTO DI PRIMO INTERVENTO. SINDACO PARISI: “PPI CONFERMATO ALMENO FINO AD OTTOBRE. NOI GIÀ AL LAVORO PER IL CPT”

Sulla situazione del PPI (Punto di Primo Intervento) di Ginosa interviene il Sindaco Parisi: “Le decisioni che riguardano i 39 Punti di Primo Intervento nel c.d. ‘Piano di riordino ospedaliero’ partono dal famigerato DM70 e sono deliberate dalla Giunta Regionale n 583 che fa a capo a Michele Emiliano”.

Proprio da Bari il Sindaco fa il punto della situazione: “Oggi abbiamo partecipato all’incontro convocato dal Governatore per la riorganizzazione della rete di emergenza-urgenza pugliese. La notizia è che la riconversione del PPI è rimandata al 1 ottobre. Secondo il piano presentato da Emiliano, il PPI h12 di Ginosa dovrebbe essere trasformato in postazione 118 medicalizzata, in servizio h24.”

“Assieme al Consigliere Regionale Marco Galante abbiamo riportato le rimostranze del nostro territorio presso i vari tavoli istituzionali. Regione Puglia si riserverà di fare valutazioni ulteriori sulla riconversione del PPI Ginosino. Con la Delibera di Giunta Comunale n.78 del 30/04/2018 abbiamo chiesto formalmente al Governatore ed assessore alla sanità, Michele Emiliano, che qualunque cambiamento potrà avvenire solo dopo il potenziamento dei servizi territoriali.”

“Il nostro obiettivo – conclude il Sindaco – rimane l’istituzione di un servizio territoriale come il CPT a Ginosa, ad oggi assente. Con questo tipo di presidio sanitario potremo garantire la territorialità migliorando la carta dei servizi; per questo nei prossimi giorni ci saranno ulteriori incontri con la dirigenza dell’Asl TA ed i medici di medicina generale per concretizzare insieme questa opportunità per la comunità”.

Conclude Parisi: “Continuiamo a lavorare concretamente affinché per Ginosa ci sia solamente un rafforzamento dei servizi socio sanitari e sia garantita la rete di emergenza urgenza”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*