Gal start 2020: Approvato il bilancio

Il 30 aprile u.s., nel contenitore culturale del palazzo storico Rondinelli di Montalbano Jonico, messo a disposizione dal sindaco avv. Piero Marrese, si è svolta la prima assemblea dei soci del GAL START 2020 per l’approvazione del bilancio al 31.12.2017.
Erano presenti molti sindaci e amministratori di società, consorzi e cooperative interessati a conoscere il consuntivo del nuovo Gal costituitosi il 4 agosto 2017. Dopo la presentazione del bilancio da parte del dott. Antonio Stigliano, si è aperto un dibattito che ha coinvolto i rappresentanti della parte pubblica e privata intervenuti per evidenziare la necessità che il nuovo Gal operi a 360 gradi nell’interesse del territorio che ha tutti i numeri e le peculiarità per far decollare il turismo e l’agricoltura. L’Assemblea ha approvato il Bilancio più tecnico che programmatico in quanto il nuovo Gal non ha svolto alcuna attività nell’attesa di completare l’iter tecnico burocratico alquanto farraginoso.
Il Presidente Braico, nei diversi interventi, ha messo in risalto che:  le critiche sono utili e necessarie se contribuiscono a migliorare l’attività e a sviluppare più progetti possibili per lo sviluppo socio economico del
territorio;  l’ex Gal Bradanica si è costruito un ruolo di credibilità in quanto è stato
capace di tradurre le istanze del territorio in progetti concreti che hanno
procurato lavoro e sviluppo;  è importante responsabilizzare i cittadini affinchè diventino i tutori delle
loro peculiarità;  venga promosso il trasferimento delle conoscenze e delle innovazioni nel
settore agricolo e nelle aree rurali con la creazione di piccole filiere
agroalimentari;  con la nuova programmazione 2014-20 dovremo essere capaci di
continuare a proporre un territorio ricco di storia-arte- cultura rimasto sempre lontano dai flussi turistici tradizionali e dimostrare che il Gal START 2020 è un laboratorio di idee;
 in questi ultimi anni, l’impegno dei Gal lucani è stato quello di portare alla ribalta nazionale e internazionale le attrazioni turistiche regionali con numerose iniziative promozionali come la partecipazione a grandi manifestazioni nel settore turistico, agroalimentare e artigianale, utilizzando al meglio i diversi mezzi di comunicazione;
 il nuovo Gal, pur non essendo ancora operativo, ha prodotto diversi progetti sulla cooperazione, sul cineturismo e sulla formazione, coinvolgendo cooperative, associazioni e altri Gal;
 il rapporto tra il GAL START 2020 e il suo territorio sarà sempre presente grazie all’impostazione di tipo partecipativo dal basso, con il coinvolgimento di tutti i soggetti socio economici presenti sul territorio;
 nell’attuazione del programma 2014-20 ci sarà un percorso di discussione e confronto con i partner pubblici e privati del territorio, determinando una corretta attività informativa circa le opportunità offerte ai potenziali beneficiari dei bandi;
 il GAL START ha predisposto la propria strategia di sviluppo locale (SSL) basandosi sulla stretta relazione tra la città di Matera capitale europea della cultura 2019 e il territorio rurale nel quale si svilupperanno i tre tematismi riguardanti il turismo sostenibile, lo sviluppo e l’innovazione delle filiere corte in agricoltura e la promozione del patrimonio storico, artistico e culturale;
 si creino opportunità di occupazione nei settori della cultura, dell’arte, della creatività e del turismo;
 Matera rappresenta una straordinaria opportunità di sviluppo, non solo per la nostra Basilicata, ma per tutto il Sud.
Il nuovo direttore, dott. Giuseppe Lalinga, nel suo intervento ha parlato di azioni, di marketing e di internazionalizzazione e della possibilità di accedere ad ulteriori finanziamenti nazionali e comunitari. Al sindaco di Rotondella, Vito Agresti che lamentava il rischio che il suo territorio venisse ignorato, il Presidente Braico ha garantito che il nuovo Gal opererà nell’interesse di tutto il territorio valorizzando e pubblicizzando tutte le peculiarità esistenti.

Commenta per primo

Rispondi