CHOMSKY TRA FILOSOFIA, LINGUISTICA E POLITICA

“La lingua non è oggi peggiore rispetto a ieri. È più pratica. Come il mondo in cui viviamo” (N. Chomsky)

Cosa unisce le riflessioni sul linguaggio, sulla politica e sulla mente del filosofo Noam Chomsky? Cosa sono le scienze cognitive e in che senso Chomsky ne è stato l’iniziatore?

Parleremo di questo giovedì 10 maggio 2018 alle ore 18.00, presso la Sala Consiliare della Provincia di Matera, insieme al prof. Carlo Cecchetto, direttore di ricerca presso il CNRS francese, in occasione dell’incontro organizzato dalla Società Filosofica Italiana – Sezione Lucana Matera e intitolato “Chomsky tra filosofia, linguistica e politica”. Per i saluti iniziali interverrà il prof. Nunzio Di Lena, presidente della SFI Lucana Matera.

Carlo Cecchetto è direttore di ricerca presso il CNRS (Consiglio Nazionale della Ricerca Scientifica francese) ed è professore di linguistica presso il dipartimento di psicologia dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca. Ha tenuto corsi e seminari in diverse università europee, asiatiche e statunitensi e ha scritto diversi volumi e alcune decine di articoli sui temi dell’interfaccia fra linguistica, filosofia del linguaggio e le scienze cognitive.

Ai docenti iscritti alla Società Filosofica Italiana che parteciperanno all’incontro verrà rilasciato un attestato di partecipazione riconosciuto dal MIUR, valido ai fini dell’aggiornamento professionale.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*