ASTENIA: DAL 4 MAGGIO IN RADIO IL NUOVO SINGOLO “SENTO SOLO ME”

«in un mare di parole io so già dove buttarmi e non importa se racconti un’altra storia io so già dove trovarti».
Da venerdì 4 maggio è in radio “SENTO SOLO ME” (Rivoluzione Dischi/Pirames International), il nuovo singolo della band romana ASTENIA.
Il brano è la fotografia di un momento, quando ci si ferma ad analizzare gli aspetti affettivi della propria vita e si fa il punto della situazione. Molto spesso i rapporti si sedimentano e non si fanno passi in avanti, non ci si affronta a viso aperto e non permettiamo di farci toccare fino in fondo per non soffrire troppo un domani o, ancora peggio, evitiamo di ammettere a noi stessi la vera natura di chi si ha accanto per non rompere un equilibrio che tutto sommato tiene. Sapere dove buttarsi in un mare di parole non è altro che avere la consapevolezza di tutto questo, è ascoltare se stessi nonostante le altre voci, è avere il coraggio di salire sul treno iniziando a costruire di nuovo, è ammettere a se stessi che le persone non cambiano quasi mai ma soprattutto è affrontare le proprie cicatrici per non far passare l’ennesimo gennaio senza i suoi buoni propositi.
“Sento solo me” è accompagnato da un videoclip diretto da Gianluca Manzetti.

Biografia

Progetto musicale nato nella periferia di Roma negli ultimi mesi del 2005, gli Astenia prendono il nome da un termine medico e lo personalizzano cambiandone un accento.
Durante i primi anni pubblicano diverse demo cambiando più volte line-up e produzione artistica e partecipano a importanti festival e concorsi nazionali. “Fa Che Sia Tutto Diverso” è il primo lavoro ufficiale della band. L’ep, edito da Cosecomuni, esce il 27 aprile 2012. Il disco è composto da quattro brani realizzati in co-produzione artistica con i Velvet. L’ep permette al gruppo di farsi conoscere e di suonare su palchi importanti come il MEI 2.0 di Faenza, il Sisley Indipendent Tour, etc… e di essere inseriti con i propri singoli all’interno di alcune compilation, tra queste “Rock Italiano 2012” (insieme a Bianco, Le Luci Della Centrale Elettrica, Meganoidi, Perturbazione, The Zen Circus, Marta Sui Tubi, Il Pan Del Diavolo, …) e WE WALK vol. 1, la compilation nata dalla collaborazione tra XL di Repubblica e l’agenzia di comunicazione Safe&Sound. Nel 2014 gli Astenia tornano negli studi di Cosecomuni per registrare il loro secondo Ep dal titolo “Quello Che Non Ho” che vede, tra le altre, due importanti collaborazioni internazionali: quella di Davide Rossi (già violinista per Coldplay, The Verve, Moby, Ed Sheeran, Alicia Keys, Trentemøller e molti altri) e di Elisa Zoot dei Black Casino And The Ghost. Ad aprile 2015 esce il primo singolo estratto, “Milano”, accompagnato da un videoclip pubblicato in anteprima sul sito di Repubblica. Qualche giorno dopo l’ep esce in esclusiva per Deezer entrando nella top 15 della classifica alternative. Inoltre, il brano che dà il titolo all’ep, viene inserito nella selezione mensile del portale musicale. L’11 dicembre  2015 il video del singolo “Quello Che Non Ho”, esce in esclusiva sul portale Mediaset di TgCom24. Il 2016 è caratterizzato da un’intensa attività live che porta la band a esibirsi in giro per l’Italia. Durante questi primi mesi dell’anno gli Astenia hanno l’occasione di suonare ospiti di Red Ronnie e del suo Barone Rosso. Quella successiva è un’estate fatta di palchi che porta gli Astenia a girare tutta italia, fino ad arrivare a suonare insieme a Calcutta e La Municipàl sul palco dello YEP! Festival di Melpignano, nella stessa location che ogni anno ospita la Notte della Taranta. La band partecipa, inoltre, alla fase finale del Deejay On Stage, il contest del famoso network, suonando in Piazzale Roma a Riccione per Radio Deejay.
Negli ultimi mesi del 2017, dopo un periodo di pausa, gli Astenia iniziano le registrazioni del loro primo disco negli studi di Pepperpot. “Sento solo me” è il primo singolo estratto dal nuovo lavoro.
Gli Astenia sono:  Gianluca Gabrieli (voce e chitarra), Riccardo Acanfora (batteria), Alessio Cecili (chitarra), Gianmarco Santesarti ( basso).

Commenta per primo

Rispondi