Consorzio turistico Maratea: progetto per mini-vacanze

Dopo i buoni numeri di presenze ed arrivi in occasione del Ponte del Primo Maggio (con incremento tra il 10% e il 18% rispetto a Primo Maggio 2017) e in attesa di nuovi positivi afflussi turistici per i prossimi fine settimana in occasione dei solenni festeggiamenti in onore del Patrono di Maratea San Biagio (dal 5 al 13 maggio prossimi) sino all’ultimo ponte (2 giugno) che precede la grande stagione estiva è maturo un progetto per le mini-vacanze tutto l’anno a Maratea. E’ il commento di Biagio Salerno presidente del Consorzio Turistico Maratea sottolineando che i ponti, i fine settimana, gli eventi di richiamo per i differenti target (famiglie, sportivi, appassionati di musica-spettacolo, arte, ecc.) sono le migliori opportunità per affrontare, gradualmente ma con efficacia, la storica questione della destagionalizzazione lungo la costa tirrenica lucana e nel territorio del comprensorio Lagonegrese-Pollino. Per questa ragione come Consorzio – aggiunge Salerno – vogliamo lavorare ad un progetto di promo-commercializzazione delle mini-vacanze a Maratea chiamando associazioni di categoria, enti (Regione, Apt e Comune principalmente), esperti ad aiutarci a definire una valida ed originale strategia comunicativa e di proposta. Non solo il buon andamento turistico del periodo 29 aprile-2 maggio, grazie al calendario favorevole, ci danno ragione ma – sottolinea il Presidente del Consorzio – persino gli scienziati rivelano: abbiamo più benefici dalle pause brevi che da stop prolungati con il valore dei ricordi e dell’«end effect». E questo innanzitutto per “staccare” dal lavoro e perchè al ritorno la quotidianità è vissuta meglio nel ricordo dell’esperienza di vacanza. Un’emozionante esperienza finale fissa nella memoria un’intera vacanza. Lavorare su questo filone di vacanza per gli operatori di Maratea è un ulteriore contributo che si intende dare alla crescita dell’economia non solo turistica di vasti comprensori che vanno dal Lagonegrese, al Pollino, alla Val d’Agri sino a raggiungere Matera. Il turista che soggiorna a Maratea sia pure per pochi giorni non si accontenta più solo del mare e delle bellezze del nostro patrimonio ambientale, culturale, artistico, ecc. Le richieste che ci sentiamo ripetere con maggiore frequenza alla reception dei nostri alberghi riguardano cosa è possibile vedere oltre Maratea, quale pratica sportiva è possibile praticare, dove andare in un raggio di 30-50 minuti di percorrenza auto. Questo significa organizzare per questa tipologia di turista attività specifiche secondo la propria passione che può essere sportivo-salutista e per questo abbiamo pensato a Castrocucco ai percorsi della salute o il trakking o la canoa sul fiume Noce, culturale con la visita all’immenso patrimonio culturale marateota, emozionale con la possibilità di girare nel Lagonegrese in cerca di autenticità. Maratea – dice Salerno – ha tutte le opportunità per garantire una sua formula originale di mini-vacanza. Noi ci crediamo e vogliamo fare fino in fondo la nostra parte chiamando gli altri a cooperare con noi.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*