Dichiarazione in aula Paolo Castelluccio

“Chiedo scusa ai lucani, al Consiglio Regionale e al Paese intero per quanto è accaduto”: il consigliere regionale Paolo Castelluccio appena rientrato in Consiglio Regionale ha voluto parlare per una prima dichiarazione a chiarimento della sua posizione. Lo ha fatto con linguaggio diretto senza ricorrere ad argomenti pretestuosi.

“Ho vissuto una situazione – ha detto – costruita ai miei danni solo per aver voluto bene per anni ad una donna che aveva una relazione con un altro uomo. Non ero a Matera così come è stato scritto ma altrove in compagnia di amici e non conosco l’uso di coltelli. Avevo a casa da anni una pistola regolarmente denunciata e custodita che mi è stata sequestrata.  Non so come e perché è stata costruita tutta questa storia contro di me e mi auguro che il suo uomo, di cui presto si saprà, non abbia avuto alcun ruolo. Non auguro a nessuno di vivere la mia stessa tragedia soprattutto umana. Ci tengo a ribadire ai lucani che sono il Paolo onesto e trasparente di sempre e continuerò a svolgere la missione di servizio alla mia gente che, sono certo, avrà modo di valutare oggettivamente i fatti e il mio comportamento”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*