Piano sociale di zona: se ne discute a Gravina

Associazioni, sindacati e istituzioni chiamati a concorrere alla progettazione partecipata

Appuntamento il 26 Aprile alle 18 nei saloni delle Officine Culturali di via San Vito vecchio

Farà tappa anche a Gravina, su iniziativa dell’assessora delegata Claudia Stimola, il tour itinerante dell’Ufficio del Piano sociale di zona, la rete che si occupa dei servizi in ambito sociale nell’ambito dei Comuni di Altamura, Santeramo, Poggiorsini e, per l’appunto, Gravina. In agenda la progettazione partecipata del Psz per il triennio 2018-2020, finalizzata a favorire una più precisa mappatura dei bisogni reali del territorio, di eventuali proposte e soprattutto delle misure da adottare per rendere più efficace ed efficiente il sistema dei servizi sociali nell’area murgiana, nel confronto con le istituzioni e nel costante dialogo con la cittadinanza attiva e le sue articolazioni. Il 6 Aprile scorso un primo incontro di carattere generale s’era tenuto ad Altamura. Adesso la discussione va focalizzandosi su aspetti tematici specifici, ognuno dei quali trattato in una delle città coinvolte. A Gravina, ad esempio, il 26 Aprile con inizio alle 18, nei saloni delle Officine Culturali si discuterà in particolare di infanzia e minori, lasciando tuttavia spazio e tempo, precisa l’assessora Stimola, «alla libera riflessione su ogni altro aspetto riguardante il mondo dei servizi sociali e dei servizi alla persona: la necessità di favorire una partecipazione quanto più ampia possibile ha infatti suggerito di trasformare questi appuntamenti itineranti in una sorta di campagna d’ascolto a tutto campo, al solo scopo di recepire istanze e suggerimenti in vista della definizione del nuovo piano nella sede istituzionalmente deputata allo svolgimento del confronto e, soprattutto, all’assunzione delle decisioni da assumere». Motivo per il quale dall’assessorato si fa sapere che l’invito alla partecipazione è espressamente rivolto a tutti i gruppi presenti in consiglio comunale ed alle forze politiche e con essi, naturalmente, a sindacati, organismi di rappresentanza del volontariato e della cooperazione sociale, ordini ed associazioni professionali, associazioni di categoria e delle famiglie, cittadini.

Comune di Gravina in Puglia

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*