A Potenza lo Slow Food Day: Conoscere per scegliere in modo consapevole

Domenica 22 aprile a Potenza, il Comitato Promotore della Condotta di Potenza insieme alle Condotte di Basilicata, festeggia lo Slow Food Day proponendo una serie di eventi dedicati ai cereali ed alle farine.

Incontri, laboratori didattici, degustazioni e menu tematici si svilupperanno nell’arco dell’intera giornata per avvicinare un vasto pubblico ad una maggiore conoscenza dei cereali e delle varietà, delle tipologie di farine e del loro migliore utilizzo, partendo dall’esposizione dei cereali antichi e delle diverse farine.

Il programma prenderà il via alle ore 10.00 nella Sala degli Specchi del Teatro Stabile con l’incontro pubblico “Sovranità Alimentare: Conoscere per scegliere in modo consapevole”. Gli interventi degli esperti introdurranno nel mondo dei cereali indagandone la storia, le diverse qualità e le loro caratteristiche nutrizionali. Sui cereali antichi in particolare si confronteranno le esperienze di operatori lucani con il contributo via skype della chef siciliana Bonetta dell’Oglio, Ambasciatrice Slow Food nel Mondo e del movimento “La rivoluzione in un chicco”. Interessanti contributi sulle Comunità del Cibo per i cereali antichi e sul Progetto Sementia saranno portati dai Responsabili Regionali Slow Food Campania e Basilicata.

Alle 16.30 alla Fattoria Didattica Gerardicchj si terrà un laboratorio a cura di Luisa Tammone sulla preparazione della pasta fresca di farro partendo dalla trasformazione del chicco in farina, seguito dalla degustazione del Tarallo Aviglianese. Altre degustazioni si terranno presso Assurd Pucceria con i Biscotti Gallicchiesi e i Vini del Metapontino a cura della Condotta Magna Grecia-Metapontum e da Cibò con la Stazzata a cura dell’Associazione Il Cigno.

Tante ricette a tema, tradizionali e creative, accompagnate da presidi slow food, potranno essere gustate da Assurd Pucceria, Backeasy, Cibò, Masseria Serralta(Picerno), Taverna Centomani.

Appuntamenti diversi tutti finalizzati alla conoscenza dei prodotti del territorio lucano che vantano storia e qualità e ad avvicinare al mondo Slow Food che, nelle sue articolazioni diffuse sul territorio, lavora in sinergia su un obiettivo comune: con il cibo buono, pulito e giusto mettiamo in tavola un futuro migliore.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*