A Tricarico sabato incontro su valorizzazione orti saraceni

“Presentazione progetti per la valorizzazione degli Orti Saraceni” nell’ambito del bando MIBACT Periferie 2017 che ha dato la possibilità a progettisti under 35 di presentare proposte ideative su 10 aree periferiche selezionate attraverso un bando aperto a tutti i Comuni d’Italia. E’ questo il tema di un incontro che si terrà il prossimo 14 aprile, alle ore 18, presso l’Auditorium Comunale di Tricarico. Introdurranno i lavori Angela Marchisella, sindaco di Tricarico; Teresa Ditella, assessore Lavori Pubblici del comune di Tricarico; Vincenzo Grassano, Ufficio Tecnico Comune di Tricarico. Si discuterà del Bando MIBACT – Riqualificazione di 10 aree urbane periferiche (Barcellona Pozzo di Gotto,Barletta,Bisceglie,Lamezia Terme,Lucca,Mangone,Napoli Municipio 6,San Mauro Torinese, Taurianova,Tricarico).
Prevista per l’area di Tricarico a cui avevano concorso ben 16 gruppi progettuali la testimonianza del gruppo 2° classificato – capofila Antonio Graziadei – Gerardo Sassano, Rocco Salomone, Daniele Molinari, Giuseppe D’Emilio, Giorgia Botonico, Donato Montesano; del Gruppo 4° classificato – capofila Danilo Di Lorenzo Di Michele Guido Iampieri, Luca Pirraglia; del Gruppo 1° classificato- capofila Marino La Torre Alessandro Primavera, Ina Macaione, Pietro Laureano, Maria Italia Insetti, Alberto Ulisse, Simonetta Fascetti, Laura Pavia, Antonio Ippolito.
Sul tema “un futuro possibile: produzione e trasformazione di piante officinali” interverranno: Enza Spano – presidente associazione culturale Terre di Erbe; Canio Muscio – presidente rete d’impresa piante officinali RIPO; Vincenzo Perris, imprenditore ed investitore impianto di trasformazione piante officinali.
L’idea del progetto primo classificato – spiega la nota dell’associazione culturale Terre di Erbe – si inserisce in un progetto più ampio che vede la Basilicata con la Puglia e la Calabria attore di una filiera biologica delle piante officinali con oltre 240 ettari destinati in regione a nuove coltivazioni. Previsto l’impianto di raccolta e trasformazione ed infine la commercializzazione con i paesi del nord europa.
Il parco di erbe officinali sarà realizzato sui terrazzamenti saraceni per finalità etnobotanica, turistica ed sarà primo nel suo genere nel sud Italia.
Le conclusioni sono affidate a Roberto Cifarelli, assessore Attività produttive, Politiche dell’Impresa, Innovazione tecnologica della Regione Basilicata.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*