Gravina in Puglia: Rifiuti, apparecchi elettrici: l’importanza della raccolta corretta

Collaborazione tra istituzioni, imprenditoria e cittadini a tutela dell’ambiente

Svoltosi a Gravina incontro promosso dall’Anci con l’assessorato all’igiene urbana

Un vecchio frigorifero, un televisore rotto, un ferro da stiro scassato? Come tutti i rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, vanno recuperati e smaltiti correttamente per prevenire danni all’ambiente, tutelare la salute umana ed evitare i costi aggiuntivi legati alle bonifiche di discariche abusive.

Questi i temi dell’incontro tecnico-operativo svoltosi in mattinata in Comune su iniziativa dell’Assessorato comunale all’igiene urbana e dell’Ufficio municipale ambiente nell’ambito della campagna di sensibilizzazione promossa dall’Anci in 140 Comuni di tutta Italia con l’obiettivo di approfondire le regole del sistema ed individuare gli spazi di miglioramento del sistema di raccolta, coinvolgendo i soggetti che si occupano della distribuzione, prevenendo così il verificarsi di comportamenti non idonei. All’incontro hanno preso parte, tra gli altri, insieme a diversi operatori commerciali del circuito della distribuzione di apparecchiature elettriche ed elettroniche, i referenti del Centro di coordinamento Raee e dell’Anci ed il presidente della Quarta commissione consiliare, Domenico Calderoni.

Questo slideshow richiede JavaScript.

In apertura, i saluti dell’assessore all’igiene urbana, Paolo Calculli. «La manifestazione odierna – ha detto l’assessore – rappresentaun’opportunità importante per l’avvio di un percorso di sensibilizzazione che possa aiutare la nostra comunità a sviluppare un ancor maggior senso di rispetto dell’ambiente. A partire dal 2019 l’Italia dovrà garantire una raccolta pari al 65% del peso medio annuale delle apparecchiature immesse annualmente immesse sul mercato ed è importante arrivare preparati all’appuntamento». A seguire, il dettagliato intervento di Andrea Ciullo, relatore di giornata. «L’incontro diretto con gli attori della filiera della raccolta dei Raee – ha spiegato Ciullo – ha sempre è essenziale per la piena comprensione di un tema, quello della corretta raccolta, recupero e smaltimento dei Raee, che non può prescindere da uno stretto rapporto tra le istituzioni interessate». Ha quindi aggiunto Ciullo: «I contatti con la filiera, e la distribuzione in particolare, unitamente alla conoscenza delle varie peculiarità territoriali, rappresentano l’occasione per approfondire la conoscenza degli strumenti tecnici e normative a disposizione di enti, utenti e distributori, in un’ottica del comune obiettivo di collaborazione e sinergia per incrementare la raccolta dei Raee e l’efficienza del sistema nel suo complesso». In coda, dopo gli interventi dei partecipanti ed una serie di chiarimenti sui quesiti posti, l’impegno preso dall’assessore Calculli: «Quella di oggi può considerarsi la prima tappa di un cammino che proseguirà con ulteriori eventi già in occasione della Fiera di san Giorgio: non lasceremo nulla di intentato per accrescere la sensibilità collettiva intorno a questioni che, a dispetto delle apparenze, incidono enormemente sulla quotidianità e sul futuro della comunità».

Gravina in Puglia, 6 Aprile 2018

Commenta per primo

Rispondi