Arrestato dalla Polizia 22enne materano trovato in possesso di oltre gr.300 di hashish

dav

 

Beccato” durante i servizi di prevenzione e repressione dei reati disposti dal Questore in occasione delle festività pasquali

La Polizia di Stato ha arrestato un 22enne materano, Antonello Logallo, perché trovato in possesso di un ingente quantitativo di hashish e di materiale per il confezionamento dello stupefacente.

L’arresto è stato operato dalla Squadra Mobile nell’ambito dei servizi di prevenzione e repressione dei reati in genere, disposti dal Questore in occasione delle imminenti festività pasquali.

In particolare, durante un appostamento antidroga eseguito nella zona San Giacomo del Capoluogo, gli operatori hanno notato la presenza di diversi soggetti noti consumatori di sostanze stupefacenti.

Quando in serata Antonello Logallo, già conosciuto dagli investigatori per precedenti per droga, è giunto a casa su una smart condotta da un amico, ai poliziotti non è sfuggito l’atteggiamento frettoloso e guardingo assunto dal giovane e hanno deciso di procedere a un controllo.

Lo hanno raggiunto mentre stava entrando nel suo garage per sottoporlo a una perquisizione personale, trovandogli nella tasca del giubbotto indossato tre panetti di hashish da gr.100 ciascuno.

La perquisizione è stata estesa al locale garage, dove sono stati trovati ulteriori gr.12,5 di hashish, suddiviso in 11 pezzetti, contenuti in una scatola di latta riproducente i colori della bandiera giamaicana e l’effige di una foglia di marijuana, un bilancino di precisione, due coltelli con evidenti tracce di sostanza stupefacente, due rotoli di pellicola di cellophane trasparente parzialmente usati, due banconote da 5 euro l’una e un foglietto riportante nomi e cifre relativi evidentemente a una piccola contabilità.

La successiva perquisizione estesa all’abitazione del giovane non ha prodotto altri risultati positivi.

La droga e il materiale sopra descritto sono stati sequestrati e il giovane è stato sottoposto agli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità giudiziaria, che successivamente ha convalidato l’arresto.

Con lui erano presenti la sua fidanzata e tre amici, nei cui confronti non sono emersi elementi di responsabilità penale.

Commenta per primo

Rispondi