CSB Basilicata: Aggiornamento Magna Charta del volontariato per i beni culturali

 

CSV Basilicata, con il supporto di CSVnet e Promo PA Fondazione ha avviato il percorso per la condivisione e l’aggiornamento della Magna Charta del volontariato per i beni culturali in Basilicata, che si svilupperà anche con la collaborazione dell’Ufficio Sistemi Culturali e Turistici. Cooperazione Internazionale della Regione Basilicata.
Obiettivo del progetto nella sua prima fase – da febbraio a aprile – è indagare i fabbisogni del sistema regionale sia dal punto di vista delle organizzazioni di volontariato “culturale”, sia dei luoghi della cultura rilevando elementi utili alla successiva definizione e stabilizzazione dei rapporti di collaborazione tra i due sistemi.
La Magna Charta del volontariato per i beni culturali rappresenta, infatti, uno strumento operativo per la messa in rete, il riconoscimento, la programmazione e l’organizzazione dell’attività del volontariato nell’ambito del patrimonio culturale statale e locale. Rappresenta il primo progetto sperimentale in Italia che abbia condotto i protagonisti ad una reale e duratura consapevolezza degli ambiti, dei ruoli e delle modalità di collaborazione.
Nella sua forma attuale la Magna Charta è il risultato dell’ascolto del sistema pubblico/privato di musei/biblioteche/associazioni di volontariato toscane e dalla successiva applicazione di una metodologia progettuale e formativa definita nell’ambito di progetti realizzati da ventuno musei e diciassette associazioni in tutta la Toscana, poi messa in opera da 120 operatori.
La Magna Charta si presenta sotto forma di linee guida attuative e di un modello convenzionale. Nata dalla collaborazione tra Promo PA Fondazione, Cesvot, Regione Toscana e Direzione Regionale per i Beni Culturali della Toscana (MiBACT), è stata inserita nel 2016 nell’accordo nazionale MiBACT – Regione Toscana e veicolata dal Ministro per i Beni Culturali come progetto pilota utile a tutte le regioni nella definizione di attività condivise tra istituzioni museali e associazioni di volontariato, un riconoscimento determinante per promuoverne a livello nazionale replicabilità e diffusione.
Nel 2018, grazie all’impegno di CSVnet e al sostegno di Fondazione Con il Sud, la Magna Charta inizia il suo percorso pilota al sud, dalla Basilicata, in partnership con CSV Basilicata e con la collaborazione di istituzioni e associazioni del territorio.
Obiettivo del percorso avviato è definire un format guida che sia idoneo alla realtà regionale e possa contribuire ad un rafforzamento e stabilizzazione dei rapporti terzo settore/sistema culturale, anche in prospettiva di Matera 2019.
Un modello replicabile La Magna Charta è stata concepita per essere un documento guida che enti ed associazioni possono recepire ed adattare secondo le proprie esigenze specifiche; pertanto è da considerarsi sia uno strumento che un metodo di lavoro. In particolare il percorso proposto fornisce alle istituzioni ed alle organizzazioni di volontariato “culturale” strumenti per leggere meglio le proprie necessità (auto analisi); consente di determinare il livello di supporto che si intende concordare con i volontari;supporta l’ente nella definizione dei compiti che i volontari possono assumere nella struttura; facilitail loro coinvolgimento, a partire dalla co-progettazione di alcune attività; identifica una serie di strumenti e materiali adottabili per migliorare il rapporto e la collaborazione ente / volontario;
supporta l’ente e le associazioni nell’individuare i contenuti dei percorsi formativi.
La Magna Charta si attua attraverso la stipula di una Convenzione tra le parti. A tal fine è stata

predisposta una “convenzione tipo” che, attraverso il percorso formativo e progettuale, è condivisa dai soggetti firmatari – luoghi della cultura e associazioni di volontariato – e adattata alle proprie esigenze.
L’assunzione della convenzione diventa per entrambe le parti occasione per approfondire la
conoscenza di ambiti e ruoli reciproci di intervento, nonché di aggiornamento/formazione sui temi della sicurezza e della comunicazione verso l’interno e verso l’esterno. La convenzione è uno strumento per: mostrare l’impegno assunto sia verso il personale di ruolo, sia verso i volontari; chiarire perché si incoraggia la presenza dei volontari; scoraggiare da prendere decisioni repentine che posso creare ripercussioni negative nel lungo periodo; dimostrare l’impegno nei confronti della comunità; dare evidenza all’attività per implementare il volontariato attivo nel settore.
Le attività programmate: febbraio – maggio 2018

La prima azione del percorso avviato prevede la definizione dello scenario di riferimento e l’analisi dei rapporti in essere tra gestori della cultura e associazioni di volontariato.
Sarà realizzata un’indagine conoscitiva attraverso la somministrazione di un questionario on line
destinato a:
– musei, fondazioni, istituti e in generale luoghi della cultura pubblici e privati aperti al pubblico o in
procinto di aprire;
– organizzazioni del terzo settore che operano in ambito culturale;
Il questionario sarà promosso attraverso una serie di incontri che si svolgeranno nel mese di marzo.
La conclusione dell’indagine è prevista per il 16 aprile. L’output sarà un report che comprenderà un inquadramento generale con l’analisi dei dati emersi, che contribuirà a: definire lo stato dell’arte del volontariato organizzato per i beni culturali in Basilicata; conoscere il livello di collaborazione e di disponibilità dei luoghi della cultura nei confronti del volontariato e registrare le progettualità mature già attive; comprendere lo stato di conoscenza della normativa di settore da parte di entrambi i soggetti, rispetto a ruoli e ambiti di intervento; definire il livello organizzativo del sistema e la regolarità amministrativa delle collaborazioni in atto.
Il report sarà presentato a maggio in un incontro pubblico.
Il Gruppo di Lavoro
CSVnet: coordina e supervisiona l’attuazione del progetto.
CSV Basilicata: è il punto di riferimento del sistema del volontariato culturale territoriale. Collabora
nella fase di raccolta indirizzari e nell’organizzazione dei tavoli nel confronto sui risultati e sulle linee
di attività obiettivo.
Promo PA Fondazione: soggetto attuatore.
Fondazione Con il Sud: ente sostenitore. Veicola e promuove i risultati.
Regione Basilicata – Ufficio Sistemi Culturali e Turistici. Cooperazione Internazionale: partner.
Collabora in tutte le fasi.
Cesvot: partner.
Il sistema delle associazioni e dei volontari per i beni culturali: associazioni di volontariato per i beni culturali ed associazioni culturali.
Musei e luoghi della cultura pubblici e privati aperti al pubblico.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*