Politiche 2018: I dati ufficiali in Basilicata

E’ ufficialmente terminato, in Basilicata, lo spoglio per le politiche 2018 ed è ampiamente confermata la vittoria del Movimento 5 stelle seguito dalla coalizione di centrodestra. Bocciato invece dall’elettorato lucano il centrosinistra che porta a casa un risultato che costringerà sicuramente la classe dirigente ad un’attenta e seria riflessione in vista delle prossime regionali.

I dati ufficiali pubblicati dal ministero dell’Interno sulla piattaforma dedicata allo spoglio dicono che al Senato nella Corcoscrizione Basilicata è Saverio De Bonis  il più suffragato e risulta eletto con l’ uninominale grazie a 123.118 preferenze, pari al 43%.

Secondo il leghista Pasquale Pepe, sostenuto dalla coalizione di centrodestra, che ottiene 74.528 voti con il 26,03%.

Solo terzo l’esponente della coalizione del centrosinistra Gianni Pittella, che si attesta a 61.203 preferenze pari il 21,37%.

Al quarto posto la candidata di Liberi e Uguali, Cristiana Coviello, con 16.305 voti con il 5,69%.

Risultati che si confermano anche per la Camera dei Deputati, dove il Movimento 5 Stelle risulta essere il partito più votato sia nella circoscrizione Potenza che in quella di Matera.

A Potenza, in quota uninominale, viene eletto il candidato pentastellato Salvatore Caiata, espulso dal Movimento per l’indagine che lo vede coinvolto a Siena; per lui 60.706 voti ovvero il 42,07%.

Secondo il candidato del centrodestra Nicola Benedetto, che raccoglie 35.357 voti, il 24,50%.

Segue il candidato del centrosinistra con Guido Viceconte che non va oltre il 22,03% con 31.793 preferenze.

Infine Roberto Speranza, di Liberi e Uguali, che raccoglie il 6,87% pari a 9.913 voti.

Nella circoscrizione Matera la vittoria all’uninominale va a Gianluca Rospi, eletto grazie a 78.452 preferenze che lo attestano  al 46,29%.

Secondo il candidato del centrodestra, Nicola Pagliuca, con 44.308 preferenze e il 26,14%.

Solo terza Francesca Barra per la coalizione di centrosinistra con 29.754 voti, pari al 17,55%.

Per Liberi e Uguali il candidato Filippo Bubbico, ottiene 10.306 voti con il 6,08%.

In tutti i collegi al quinto posto sono arrivati gli esponenti della lista “Potere al Popolo” che hanno superato la quota dell’1%.

Questi dunque i dati delle elezioni che aprono le porte del Parlamento a volti nuovi escludendone invece candidati eccellenti.

Al Sentao quindi insieme a De Bonis; dovrebbero essere eletti anche il senatore uscente Vito Petrocelli, Agnese Gallicchio e Arnaldo Lomuti. Gli altri tre posti dovrebbero essere suddivisi tra Salvatore Margiotta per il Pd, Giuseppe Moles per Forza Italia e Pasquale Pepe per la Lega.

Esclusi dunque Maria Antezza e Cosimo Latronico mentre dovrebbe riuscire ad entrare   Gianni Pittella grazie al Collegio Campania 3.

Alla Camera invece  oltre che a Rospi e Caiata, dovrebbero entrare sempre per il Movimento Cinque Stelle, Mirella Liuzzi, deputata uscente e Luciano Cillis. Il Partito Democratico dovrebbe portare Vito De Filippo mentre Forza Italia Michele Casino. Grazie al proporzionale potrebbero rientrare anche Fratelli d’Italia con Pasquale Di Lorenzo, Liberi e Uguali con Filippo Bubbico e per la Lega Antonio Cappiello.

Bocciati invece i candidati uninominali del Pd Francesca Barra e Guido Viceconte, come anche Nicola Benedetto che a causa del risultato nazionale di “Noi con L’Italia” non raggiunge il quorum necessario per entrare in Parlamento.

 

 

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*