“Carnevale sicuro”,Gdf Policoro sequestra prodotti potenzialmente pericolosi

Nell’ambito di un’azione preventiva a tutela della salute delle famiglie e dei minori in particolare, in occasione del Carnevale 2018, il Comando Provinciale Guardia di Finanza di Matera ha disposto e coordinato uno specifico servizio a tutela del “Made in Italy” e della “Sicurezza prodotti” sul territorio provinciale.

Le attività investigative, che hanno preceduto gli interventi, hanno consentito di individuare, in particolare, tre distinti commercianti originari della Repubblica Popolare Cinese in procinto di commercializzare prodotti potenzialmente “non sicuri” per la salute degli acquirenti.
Le successive attività svolte dai militari della Compagnia di Policoro nei confronti di detti imprenditori, hanno portato al sequestro amministrativo di diverse tipologie di prodotti, tutti di fabbricazione cinese, quali giocattoli, articoli elettrici, bigiotteria e, in particolare, costumi, maschere e cappelli carnevaleschi, per ben 77.000 articoli. Gli articoli sequestrati sono risultati privi di informazioni fondamentali relative alle etichette, alla composizione qualitativa ed al confezionamento (indicazione delle informazioni in lingua italiana, della composizione merceologica, dell’importatore, del fabbricante, delle avvertenze e delle precauzioni d’impiego, come previsto dal cd. “Codice del Consumo” – D.Lgs. 206/2005).
Conseguentemente, le violazioni accertate sono state segnalate alla Camera di commercio di Matera per l’irrogazione delle previste sanzioni pecuniarie che, complessivamente, prevedono un minimo edittale di Euro 15.294 ed un massimo di Euro 168.948, e per la confisca e la distruzione dei prodotti sequestrati. Il sequestro delle Fiamme Gialle di Policoro, rilevante per quantità e modalità, assume particolare importanza anche perché tutela quegli operatori commerciali del settore che pongono in vendita prodotti validi e sicuri e che subiscono una concorrenza così “sleale”.

Comando Provinciale Guardia di Finanza Matera

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*